Collezione d'arte religiosa moderna

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

1leftarrow.pngVoce principale: Musei Vaticani.

La Collezione d’Arte Religiosa Moderna dei Musei Vaticani si presenta in 55 sale ed è collocata nell'Appartamento Borgia del Palazzo Apostolico medievale, in due piani delle "Salette Borgia" ed in varie sale sotto la Cappella Sistina.

La collezione ospita circa 800 opere di quasi 250 artisti internazionali[1], tra cui Auguste Rodin, Vincent van Gogh, Paul Gauguin, Maurice Denis, Odilon Redon, Wassily Kandinsky, Marc Chagall, Paul Klee, Ernst Barlach, Max Beckmann, Otto Dix, Maurice Utrillo, Giorgio de Chirico, Giorgio Morandi, Georges Rouault, Oskar Kokoschka, Bernard Buffet, Renato Guttuso, Aldo Carpi, Giacomo Balla, Alfred Manessier, Francis Bacon, Giacomo Manzù, Eduardo Chillida, Salvador Dalí, Pablo Picasso, Lin Delija.

Il Papa Paolo VI inaugurò la Collezione d'Arte Religiosa Moderna nel 1973[2]. Da quell'anno Mario Ferrazza ne è responsabile.

Il 22 giugno 2011 è stata inaugurata la Sala Matisse, che ospita il materiale progettuale preparatorio per la realizzazione della Chapelle du Saint-Marie du Rosaire di Vence.[3]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Ralf van Bühren 2008, pp. 319-323, fig. 18
  2. ^ Discorso di Paolo VI in occasione dell’inaugurazione della Collezione di Arte Religiosa Moderna nei Musei Vaticani [1]
  3. ^ Informazioni circa l'apertura della Sala su RomaSette e sul sito dei Musei.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Ralf van Bühren: Kunst und Kirche im 20. Jahrhundert. Die Rezeption des Zweiten Vatikanischen Konzils, Paderborn: Ferdinand Schöningh 2008, ISBN 978-3-506-76388-4
  • Francesco Buranelli: Art and Faith in the Vatican Museums. The artistic Collections of the Popes, spiritual Treasure of Mankind, in: „Images of Salvation“, Pomezia 2002, pp. 63–71
  • Mario Ferrazza (Ed.): Collezione d'Arte Religiosa Moderna, presentazione di Francesco Buranelli,Città del Vaticano 2000.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]