Collettivo musicale

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Il termine collettivo musicale è utilizzato per descrivere un gruppo musicale, con formazione flessibile e/o variabile, in cui le scelte creative sono perlopiù condivise. Si tratta di un cambiamento di paradigma che differenza il collettivo musicale della classica struttura gerarchica di un gruppo musicale, con la figura prominente del frontman, solitamente il cantante del gruppo (ad esempio, Giuliano Sangiorgi dei Negramaro) o da quella di una formazione in cui elementi lottano per il controllo del progetto artistico (ad esempio, nei The Beatles, il dualismo tra John Lennon e Paul McCartney).

La formazione di un collettivo musicale è solitamente flessibile, poiché i membri sono liberi di scegliere di allontanarsi o di concentrarsi maggiormente sul progetto nel rispetto delle proprie ed altrui necessità e delle proprie aspirazioni artistiche. I collettivi musicali possono in teoria esistere in ogni genere musicale, anche se negli USA sono particolarmente diffusi nell'indie rock e nell'hip hop.

Per collettivo musicale non si intendono altre forme di aggregazione di musicisti dagli scopi differenti, come collettivi per la promozione di diversi generi di musica (ad esempio, la London Musicians Collective), organizzazioni sindacali o simili.

Collettivi musicali noti negli USA[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

musica Portale Musica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di musica