Collagenopatia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Avvertenza
Le informazioni riportate non sono consigli medici e potrebbero non essere accurate. I contenuti hanno solo fine illustrativo e non sostituiscono il parere medico: leggi le avvertenze.

Il termine collagenopatie o malattie del collagene era utilizzato per indicare un gruppo di malattie a eziologia autoimmunitaria, tra le quali il lupus eritematoso sistemico, l'artrite reumatoide e la sclerodermia, che si ritenevano essere correlate dalla presenza di difetti del collagene. Tale definizione è obsoleta, ed è preferibile utilizzare il termine più generico di malattie del tessuto connettivo e, più specificatamente per le malattie a eziologia autoimmune, il termine connettiviti.

Fu coniato da Paul Klemperer, medico del Mount Sinai Hospital di New York, nel 1941[1].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Wallace, pp. 9, 2005.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Daniel J. Wallace, The Lupus Book, Oxford University Press, 2005, ISBN 0-19-518181-6.
medicina Portale Medicina: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di medicina