Colin Burns

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Colin Burns
ColinBurns.jpg
Dati biografici
Nome Colin William Burns
Nazionalità Stati Uniti Stati Uniti
Altezza 193 cm
Peso 93 kg
Calcio Football pictogram.svg
Dati agonistici
Ruolo Portiere
Ritirato 2011
Carriera
Giovanili
2000-2004
2003-2004
UMass
Albany BWP Highlanders Albany BWP Highlanders
Squadre di club1
2006 Delaware Dynasty Delaware Dynasty 10 (-?)
2006 Olimpia Balti Olimpia Bălți 8 (-?)
2007 Sepsi-78 Sepsi-78 18 (-?)
2007 KPV KPV 8 (-?)
2008-2009 Ljungskile Ljungskile 28 (-?)
2010 Sarpsborg 08 Sarpsborg 08 0 (-0)
2011 Sandefjord Sandefjord 1 (-?)
1 Dati relativi al solo campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 21 marzo 2012

Colin William Burns (Newark, 30 giugno 1982) è un ex calciatore statunitense, di ruolo portiere.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Burns crebbe a Newark ed iniziò a giocare a calcio nel Kirkwood. Giocò anche nel Programma di Sviluppo Olimpico (ODP) del Delaware dal 1994 al 2001. Ai tempi dell'ODP, fu selezionato nella squadra che avrebbe affrontato tornei in Francia, Paesi Bassi e Svizzera. Burns giocò a calcio anche ai tempi del college, nell'Università del Massachusetts Amherst. Iniziò la sua carriera professionistica sostenendo un provino con il Motherwell a luglio 2005. Successivamente, rimase in Scozia: si allenò infatti per cinque mesi (da luglio a novembre dello stesso anno) con il Partick Thistle. Ebbe però dei problemi ad ottenere un permesso di lavoro per restare nel paese e così fu costretto a tornare negli Stati Uniti.[1] In seguito, si allenò anche con i francesi del Troyes.

Burns tornò in Europa ad agosto 2006 e firmò un contratto con l'Olimpia Bălţi, club militante nella massima divisione moldava. Fu scelto come portiere titolare già poco dopo l'arrivo a Bălţi. Effettuò il suo debutto da professionista il 9 settembre dello stesso anno, nella sconfitta per uno a zero della sua squadra contro il Dacia. Il portiere fu però nominato come migliore in campo per i suoi interventi nella gara.[2] Lo statunitense giocò otto incontri per il club, prima che il suo contratto fosse cancellato nella pausa invernale del campionato a causa della crisi finanziaria della squadra. Molti media calcistici giudicarono Burns come uno dei migliori portieri del campionato per quello che fece vedere nella sua breve esperienza in Moldavia.[3]

Il calciatore si trasferì così in Finlandia, al Sepsi-78. Dal mese di aprile ad agosto 2007, difese la porta della nuova squadra in diciotto occasioni. Rimase imbattuto in otto circostanze e fu scelto in tre occasioni come migliore in campo. Contribuì anche al successo per uno a zero contro i rivali cittadini del TP-Seinäjoki: fu la prima volta in tredici anni che il Sepsi-78 si aggiudicò questo derby. Per via delle sue buone prestazioni, la squadra ricevette diverse offerte per Burns; il calciatore fu venduto così al Kokkolan Palloveikot (KPV) ad agosto 2007.

Il portiere accettò un contratto dalla breve durata con il nuovo club (soltanto fino al termine della stagione). Giocò otto match per la squadra, rimanendo una volta imbattuto e ricevendo anche un premio come migliore in campo: contribuì così ad evitare la retrocessione del KPV.[4] Burns si guadagnò il premio come man of the match contro il TPV Tampere alla sua quarta partita con il Kokkolan Palloveikot: la sua squadra si impose per uno a zero. L'allenatore del TPV Tampere, Mikko Purola, dichiarò a fine gara: "questa partita ha dimostrato come Burns sia il miglior portiere del campionato".[5]

A febbraio 2008, Burns firmò un contratto biennale con gli svedesi del Ljungskile, squadra militante nella Allsvenskan.[6] Il suo trasferimento rischiò però di saltare per una disputa con la Svenska Fotbollförbundet riguardo alla sua registrazione. Questo perché Burns giocò per due club dal periodo che andò dal 1º luglio 2007 al 30 giugno 2008 e, a causa delle norme FIFA, non si sarebbe potuto trasferire ad un terzo club nel medesimo periodo. La FIFA cambiò però il suo regolamento a dicembre 2007, facendo in modo che il precedente periodo non fosse più rilevante. Infatti, il nuovo regolamento stabilì che il periodo fu definitivo dalla prima gara della stagione all'ultima gara della stagione, rendendo così possibile il trasferimento di Burns al Ljungskile. La federazione calcistica svedese, però, non adottò immediatamente le nuove linee guida e bloccò inizialmente il trasferimento.[7] Le azioni legali e le pressione da parte dei media svedesi spinsero però la federazione a cambiare il proprio regolamento per allinearsi alle norme della FIFA. Questo cambiamento nel regolamento fu definito dai media svedesi come "legge Burns".[3][8] Burns esordì nella Allsvenskan il 21 aprile, nella vittoria per due a uno sul Trelleborg. Entrò in campo nei minuti finali a causa del cartellino rosso inflitto al portiere titolare Michał Sławuta. Effettuò una parata nei sette minuti finali (recupero incluso), rimanendo imbattuto al suo debutto.[9] Fu titolare la settimana successiva, nella sfida con i campioni in carica del Göteborg del 25 aprile. Il Ljungskile andò a vincere l'incontro per due a uno, interrompendo la striscia positiva del Göteborg di diciannove partite, iniziata nel campionato precedente.[10] Burns fu uno dei tre calciatori migliori in campo secondo i tifosi, per via dei suoi interventi.[11] Lo statunitense fu il titolare per tutto il resto della stagione dal 17 agosto, quando giocò la partita in casa dell'Helsingborg di Henrik Larsson. Il Ljungskile vinse l'incontro con il punteggio di uno a zero, infliggendo l'unica sconfitta casalinga del campionato all'Helsingborg.[12] Burns fu nominato come uno dei migliori in campo dell'incontro e fu scelto come portiere della settimana dalla trasmissione televisiva Fotbollsmåndag. Burns giocò un totale di diciassette incontri in stagione con il Ljungskile, diventando per quattro volte l'uomo partita e rimanendo imbattuto in sei gare.[6]

Ad ottobre 2009, il portiere firmò un contratto biennale con il Sarpsborg 08.[13][14] Debuttò con la nuova squadra nel primo turno della Coppa di Norvegia 2010, giocando nella vittoria per tre a uno sul Drøbak/Frogn.[15] Alla fine di gennaio 2011, fu ceduto in prestito al Sandefjord.[16] A fine stagione, si ritrovò svincolato e si ritirò dall'attività agonistica.[17]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Newark native nets his goal, newarkpostonline.com. URL consultato il 18-12-2010.
  2. ^ (EN) Stop in Sweden, delawareonline.com. URL consultato il 18-12-2010.
  3. ^ a b (RU) Молдавские менеджеры вынудили Федерацию футбола Швеции поменять свой Регламент, moldfootball.com. URL consultato il 18-12-2010.
  4. ^ (FI) Ykkonen KPV Statistics, ykkonen.palloliitto.hs.prewise.com. URL consultato il 18-12-2010.
  5. ^ (FI) "Pirun tärkeä voitto", docs.google.com. URL consultato il 18-12-2010.
  6. ^ a b (SV) Colin Burns, lsk.se. URL consultato il 18-12-2010.
  7. ^ (EN) Burns Wins LSK Eligibility Fight, americansoccerdaily.com. URL consultato il 18-12-2010.
  8. ^ (EN) European History, boston.com. URL consultato il 18-12-2010.
  9. ^ (SV) Trelleborgs FF Match Facts, svenskfotboll.se. URL consultato il 18-12-2010.
  10. ^ (EN) Brave New World, americansoccerdaily.com. URL consultato il 18-12-2010.
  11. ^ (SV) Kristoffersson hetast mot IFK Göteborg, lsk.se. URL consultato il 18-12-2010.
  12. ^ (SV) Helsingborgs IF - LSK 0 - 1 (0 - 0), lsk.se. URL consultato il 18-12-2010.
  13. ^ (EN) Ljungskile’s Burns signs two-year deal with Sarpsborg, tribalfootball.com. URL consultato il 18-12-2010.
  14. ^ (EN) BURNS HEADING TO SARPSBORG, yanks-abroad.com. URL consultato il 18-12-2010.
  15. ^ (NO) Drøbak/Frogn 1 - 3 Sarpsborg 08, altomfotball.no. URL consultato il 18-12-2010.
  16. ^ (NO) SF fikk keeperdrømmen oppfylt, sb.no. URL consultato l'08-02-2011.
  17. ^ (NO) Her får du alle overgangene i Adeccoligaen!, fotballnytt.no. URL consultato il 23-05-2012.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]