Codice Konami

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.

Il Codice Konami (o Konami Code), conosciuto in giappone come Comando Konami (コナミコマンド Konami Komando), è un cheat code che appare in molti videogiochi Konami, ma anche in giochi non Konami. Il codice viene usato per la prima volta nel 1986 con il rilascio di Gradius per il Nintendo Entertainment System ma diventa famoso in Nord America nella versione NES di Contra per il quale è stato soprannominato "30 Lives Code" (Codice 30 Vite). Mentre il gioco è in pausa o mentre si è nella schermata del titolo, il giocatore può premere la seguente sequenza di tasti (seguiti dal tasto start) sulla periferica di gioco: B A

Il "Konami Code"

In molte rappresentazioni popolari del codice, per eseguire il codice ↵ Enter, Start o Select vengono aggiunti alla fine della sequenza.

Variazioni[modifica | modifica sorgente]

La versione originale del cheat code è stato progettato per il NES controller. La sequenza esatta varia da partita a partita, ed è stato adattato per adattarsi ai pulsanti delle diverse console per videogiochi. Principalmente i tasti A e B. Per esempio: ogni PlayStation controller, che utilizza le forme al posto delle lettere, sarebbe "Quadrato, Triangolo". Nei giochi per cellulare della Konami, sono sostituiti con 5 7 3 sul tastierino numerico, che è la pronuncia goroawase per "Konami".

Storia[modifica | modifica sorgente]

Il codice Konami è stato creato da Kazuhisa Hashimoto, che stava sviluppando nel 1985 il gioco arcade Gradius, uscito nel 1986 per il Nintendo Entertainment System. Trovarono il gioco troppo difficile da giocare durante i test, così crearono un cheat code che desse al giocatore una serie completa di power-up, che sono normalmente raggiunti gradualmente nel corso del gioco. Il codice ha continuato a essere presente nei sequel di Gradius e negli spin-off, tra cui la versione SNES di Gradius III, che distrugge effettivamente la nave del giocatore inserendo il codice originale (sostituendo e con la L e R), anche per Gradius V su PlayStation 2, dove i tasti X e O sostituiscono rispettivamente B e A.

La popolarità del codice Konami aumentata con l'uscita della versione NES di Contra nel 1988. A causa delle difficoltà del gioco, molti giocatori fecero affidamento al cheat code, che ha aumentato le vite del giocatore da 3 a 30, per finire il gioco.

Il codice è stato successivamente riutilizzato in un gran numero di altri giochi, e ha trovato un posto nella cultura popolare come riferimento per la terza generazione di console per videogiochi. Ad esempio, inserire il codice è uno dei due modi standard di mettere un dispositivo Palm webOS (come il Palm Pre e Palm Pixi) in modalità "developer"; è presente anche come Easter Egg su un certo numero di siti web.

Il codice Konami è stato la base di un remix della canzone del 2008 "30 lives" (30 vite) di L'Sick Motion. La canzone ha continuato a essere presente nelle versioni contemporanee della serie di videogiochi di ballo della Konami "Dance Dance Revolution".

Il codice è presente anche nel film d'animazone "Ralph Spaccatutto" prodotto dalla Disney nel 2012. Viene utilizzato da Re Candito per accedere due volte ai file di sistema del gioco "Sugar Rush": la prima per trasformare Vanellope da regina in un glitch, la seconda per recuperare la medaglia di Ralph per allontanarlo dal mondo di Sugar Rush.

Il codice viene anche citato nella seconda stagione della serie Lo straordinario mondo di Gumball nell' episodio "Ciak, si gira!" in cui Gumball e Darwin decidono di fare un film riprendendo scene da loro inventate e scene di vita quotidiana. In una di queste riprese si può vedere Ocho, un personaggio della serie che sembra un ragno a 8 bit, ma è chiaramente ispirato agli alieni del videogioco Space Invaders (che era in voga negli stessi anni della creazione del Konami code) che ripetendo ad alta voce i pulsanti del codice si semplifica la vita in vari modi.