Codex Argenteus

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Pagina del codex

Il Codex Argenteus (in lingua latina, in italiano: "codice argenteo") è un manoscritto del Nuovo Testamento in lingua gotica, realizzato su pergamena color porpora e scritto con caratteri in argento ed oro (crisografia). Il manoscritto è anche noto con il nome di Bibbia d'argento (in svedese Silverbibelen).

Il manoscritto, presumibilmente scritto in Italia agli inizi del VI secolo, fu ritrovato nel XVI secolo in un monastero tedesco e dopo varie traversie e trasferimenti in varie città europee fu donato alla biblioteca Università di Uppsala in Svezia dove è attualmente conservato.

Il manoscritto conteneva in origine 336 fogli, ma solo 187 si sono conservati; questi contengono dei frammenti dei vangeli secondo l'ordine occidentale, Matteo, Giovanni, Luca, Marco. Rimangono anche delle lettere di Paolo e i capitoli 5-7 del Libro di Neemia.

Nel 2011 l'UNESCO ha inserito il Codex Argenteus nell'Elenco delle Memorie del mondo.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]