Co-creazione

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Co-creazione è una forma di mercato o di strategia di business e di marketing che enfatizza la generazione e la realizzazione di un valore aziendale condiviso con il cliente. Il concetto vede il mercato come un luogo dove aziende e clienti/consumatori condividono, combinano e rinnovano insieme risorse e capacità per creare valore attraverso nuove forme di interazione, servizio e metodologie di apprendimento. Si differenza dal modello, che possiamo definire tradizionale, dove sono presenti aziende attive e consumatori/clienti passivi.

Il valore condiviso (co-creato) aumenta nella forma di una esperienza personalizzata ed unica per il cliente/consumatore (valore in uso) e in una migliorata, più profittevole e conscia prestazione di mercato per l'azienda (fedeltà, relazione, passaparola). Il valore è co-creato con il cliente/consumatore se e quando il cliente/consumatore è in grado di personalizzare la sua esperienza usando la soluzione (prodotto-servizio) proposta dell'azienda – nel suo ciclo di vita – al livello che è il migliore per portare a termine il suo lavoro o l'obiettivo d'uso definito e, allo stesso tempo, far derivare all'azienda il maggiore valore dall'investimento nella soluzione proposta in termini di nuova conoscenza, maggiore ricavi e profittabilità e/o un maggiore valore di brand/marca e fedeltà alla stessa.[1] Gli studiosi C. K. Prahalad e Venkat Ramaswamy introducono il concetto nel loro articolo del 2000 nella rivista Harvard Business Review, “Co-Opting Customer Competence”.[2] Essi hanno sviluppato le loro idee ulteriormente nel libro pubblicato dalla Harvard Business School Press, The Future of Competition dove offrono esempi includendo Napster and Netflix mostrando che i clienti/consumatori non sono più soddisfatti semplicemente dal dire si o no sulle decisioni di quello che un'azienda offre.[3] Il valore sarà sempre più co-creato dall'azienda e dal consumatore/cliente, essi sostengono, anche se non totalmente creato all'interno dell'azienda. La co-creazione, dal loro punto di vista, non descrive solo una tendenza alla produzione/creazione condivisa delle soluzioni (prodotto/servizio). Essa descrive anche un passaggio dai clienti/consumatori che acquistono prodotti e servizi come transazioni a quelli che vedono questi acquisti come parte integrante della esperienza totale percepita. Gli autori sostengono che i consumatori cercano la libertà di scelta di interagire con l'azienda attraverso una gamma di esperienze. I clienti vogliono definire le scelte in un modo che riflettano il loro punto di vista del valore e vogliono interagire e trattare nella "lingua" e nello "stile" che preferiscono.

Note[modifica | modifica wikitesto]


Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]