Club Deportivo Godoy Cruz Antonio Tomba

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Godoy Cruz
Calcio Football pictogram.svg
Escudo del Club Godoy Cruz de Mendoza.svg
El Expreso, El Tomba, El Bodeguero
Segni distintivi
Uniformi di gara
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Casa
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Trasferta
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Terza divisa
Colori sociali 600px Bianco e Blu a Strisce.png Bianco-blu
Dati societari
Città Godoy Cruz
Paese Argentina Argentina
Confederazione CONMEBOL
Federazione Flag of Argentina.svg AFA
Fondazione 1921
Presidente Argentina Mario Rodolfo Contreras
Allenatore Argentina Jorge Almiron
Stadio Malvinas Argentinas
(48.000 posti)
Sito web www.clubgodoycruz.com.ar
Palmarès
Si invita a seguire il modello di voce

Il Club Deportivo Godoy Cruz Antonio Tomba è una società calcistica argentina. Il club è stato fondato il 21 giugno del 1921 con il nome di Sportivo Godoy Cruz, solamente nel 1930 ha preso l'attuale nome dopo la fusione con l'altro club della zona che si chiamava Deportivo Bodega Antonio Tomba.

Ha raggiunto per la prima volta la Primera División Argentina nel 2006, venendo però nuovamente retrocesso alla fine della stagione. Nel 2007 ha ricentrato la promozione arrivando 2º nel campionato Primera B Nacional.

I soprannomi "el Tomba" e "el Bodeguero" fanno riferimento all'attività vinicola che sponsorizzava il Deportivo Bodega Antonio Tomba, uno dei club da cui è poi nato il Godoy Cruz nel 1921. L'altro soprannome, "El Expreso", rimanda alla linea ferroviaria che passa nei pressi dello stadio della squadra.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La fondazione del Godoy Cruz risale al 21 giugno 1921 sotto il nome di Club Sportivo Godoy Cruz, per poi cambiare nel nome attuale il 25 aprile 1930 dopo la fusione con il Deportivo Bodega Antonio Tomba. Lo stadio "Feliciano Gambarte" venne costruito nel 1959, il cui soprannome è La Bodega (in spagnolo "la cantina"); la sua capienza è di 14.000 posti.

Per molti anni il Godoy Cruz ha disputato i campionati inferiori, vincendo il campionato della regione di Mendoza sei volte nel periodo compreso fra il 1944 e il 1968. Soltanto alla fine degli anni '80 è riuscito a salire alla ribalta del calcio argentino, vincendo il titolo del 1990: questo successo consentì al Tomba di aggregarsi al Torneo del Interior, di livello nazionale.

Nel 1994 è arrivata la vittoria dell'Interior che ha permesso al Godoy Cruz di salire ancora di uno scalino nel sistema calcistico argentino, approdando alla Primera B Nacional. Ma la promozione in Primera División è arrivata soltanto più di dieci anni dopo, quando nel 2006 il Godoy Cruz è riuscito a battere il Nueva Chicago nella finale promozione (dopo essere arrivato in prima posizione in classifica).

A segnare il primo gol in Primera División per il Godoy Cruz è stato il ventenne Enzo Pérez il 9 settembre 2006 (partita pareggiata 1-1 contro il Belgrano).

La permanenza in Primera División però è durata soltanto una stagione, retrocedendo subito a causa della sconfitta nello spareggio contro l'Huracán. El Tomba è riuscito comunque a ritornare al massimo campionato nazionale argentino nella stagione 2007-08.

Al campionato di Clausura 2010 risale il miglior risultato del Godoy Cruz: sotto la guida del tecnico Omar Asad, el Tomba ha raggiunto la terza posizione finale ed è riuscito a stabilire il record di punti (37) per una squadra indirettamente affiliata all'AFA (con questo si intendono le squadre amministrate dal Consiglio Federale dell'AFA data la loro sede al di fuori di Buenos Aires e della sua area metropolitana, e delle regioni di Rosario e Santa Fe). Questi risultati hanno permesso al Godoy Cruz di esordire nella Coppa Libertadores (edizione 2011): il debutto nella massima competizione sudamericana per club è avvenuto nel febbraio 2011, battendo il Liga de Quito 2-1.

Rose delle stagioni precedenti[modifica | modifica wikitesto]


Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

calcio Portale Calcio: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di calcio