Cloz

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Cloz
comune
Cloz – Stemma
Localizzazione
Stato Italia Italia
Regione Coat of arms of Trentino-South Tyrol.svg Trentino-Alto Adige
Provincia Trentino CoA.svg Trento
Amministrazione
Sindaco Maria Floretta (lista civica) dal 16/05/2010
Territorio
Coordinate 46°25′00″N 11°05′00″E / 46.416667°N 11.083333°E46.416667; 11.083333 (Cloz)Coordinate: 46°25′00″N 11°05′00″E / 46.416667°N 11.083333°E46.416667; 11.083333 (Cloz)
Altitudine 791 m s.l.m.
Superficie 8 km²
Abitanti 746[2] (30-11-2011)
Densità 93,25 ab./km²
Comuni confinanti Brez, Dambel, Lauregno (BZ), Revò, Romallo
Altre informazioni
Lingue italiano
Cod. postale 38020
Prefisso 0463
Fuso orario UTC+1
Codice ISTAT 022063
Cod. catastale C797
Targa TN
Cl. sismica zona 4 (sismicità molto bassa)
Nome abitanti dopli, (s)clòuzeri[1] (in nones-dialetto locale)
Patrono santo Stefano Protomartire
Giorno festivo 26 dicembre
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Cloz
Sito istituzionale

Cloz (Clòuz in nones[3][4]) è un comune di 746 abitanti della provincia di Trento. Esso si trova verso l'Alta Valle di Non, nella parte che viene definita "terza sponda", in mezzo a ordinati frutteti, all'ombra del Monte Ozolo. Il paese ha origini molto antiche, lo si vede dalla presenza di antichi castelli ormai diroccati e dai numerosi ritrovamenti dell'epoca romana

Monumenti e luoghi d'interesse[modifica | modifica sorgente]

Il paese ha due chiese. La maggiore dedicata a Santo Stefano, ricordata fin dal 1128, ristrutturata nel 1476 e ingrandita nel 1941, viene comunemente nominata come "la chiesa del miracolo" in quanto fu costruita in periodo bellico. Il campanile, risaltente al 1605, porta un concerto di 6 campane e la sua altezza raggiunge i 50 metri.

L'altra chiesa, dedicata a Santa Maria, è in stile gotico risalente al Seicento (le fondazioni dicono siano del 1100). Possiede un campanile risalente al 1628, pendente su di un lato.

Società[modifica | modifica sorgente]

Evoluzione demografica[modifica | modifica sorgente]

Abitanti censiti[5]

Ripartizione linguistica[modifica | modifica sorgente]

Nel censimento del 2001, 137 abitanti del comune si sono dichiarati "ladini".[6]

Economia[modifica | modifica sorgente]

L'economia del paese si basa principalmente sulla coltivazione della mela.

Nella parte bassa del paese sono presenti alcuni vigneti di vino groppello.

È molto attivo l'artigianato del rame e del legno e molte altre attività commerciali.

Geografia antropica[modifica | modifica sorgente]

Il paese è composto da due rioni (o ville): Santo Stefano (o Cloz di dentro) e Santa Maria (o Cloz di fuori), un tempo nettamente separate ed ora ormai congiunte da nuove costruzioni.

Amministrazione[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Teresa Cappello, Carlo Tagliavini, Dizionario degli Etnici e dei Toponimi Italiani, Bologna, ed. Pàtron, 1981.
  2. ^ Dato Istat - Popolazione residente al 30 novembre 2011.
  3. ^ Quaresima, Enrico (1964; rist. 1991). Vocabolario anaunico e solandro. Firenze: Leo S. Olschki. ISBN 8822207548
  4. ^ AA. VV., Dizionario di toponomastica. Storia e significato dei nomi geografici italiani, Milano, GARZANTI, 1996, p. 216.
  5. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.
  6. ^ Nel 2001 erano il 17,54% dei residenti | Trentino
Trentino-Alto Adige Portale Trentino-Alto Adige: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Trentino-Alto Adige