Clotilde Micheli

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Beata Clotilde Micheli
Nascita 11 settembre 1849, Imer
Morte 24 marzo 1911, Faicchio
Venerata da Chiesa cattolica
Beatificazione 2011[1]

Clotilde Micheli, in religione Maria Serafina del Sacro Cuore (Imer, 11 settembre 1849Faicchio, 24 marzo 1911), è stata una religiosa italiana, fondatrice delle Suore degli Angeli: è stata proclamata beata nel 2011.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Dotata di doni mistici fin dalla giovinezza, si sentì chiamata a fondare una congregazione specialmente dedicata all'adorazione della Trinità. Dopo aver vissuto alcuni anni in Germania lavorando come infermiera, nel 1887 intraprese un pellegrinaggio ai principali santuari mariani e a Roma.

A Roma entrò tra le suore immacolatine e nel 1891 si trasferì nella zona di Caserta e, assieme ad alcune giovani di Casolla, diede inizio alla congregazione delle Suore degli Angeli.

Morì nel 1911 a Faicchio, dove era stata trasferita la casa madre dell'istituto.

Il culto[modifica | modifica wikitesto]

Papa Benedetto XVI l'ha riconosciuta venerabile il 3 luglio 2009 e il 1º luglio 2010 ha decretato l'autenticità di un miracolo attribuito alla sua intercessione, consentendone la beatificazione.

Il rito di beatificazione, presieduto dal cardinale Angelo Amato, è stato celebrato il 28 maggio 2011 nel campo sportivo di Faicchio.Le santissime reliquie di madre Maria Serafina del sacro cuore sono site nella chiesa di Maria santissima del Carmelo o chiesa delle suore degli angeli in Faicchio.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Clotilde Micheli.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Beata Maria Serafina del S. Cuore (Clotilde Micheli) in Santi, beati e testimoni - Enciclopedia dei santi, santiebeati.it. Controllo di autorità VIAF: 89656110