Cloretone

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Cloretone
Chlorobutanol Structural Formula V.2.svg
Chlorobutanol3d.png
Nome IUPAC
1,1,1-tricloro-2-metilpropan-2-olo
Nomi alternativi
aceton-cloroformio
clorobutanolo
Caratteristiche generali
Formula bruta o molecolare C4H7Cl3O
Massa molecolare (u) 175,5 g/mol
Aspetto solido bianco
Numero CAS [57-15-8]
Numero EINECS 200-317-6
Proprietà chimico-fisiche
Solubilità in acqua 2,5 g/l (a 20 °C)
Temperatura di fusione 95–99 °C
Temperatura di ebollizione 167 °C
Indicazioni di sicurezza
Flash point 100 °C
Simboli di rischio chimico
Nocivo
Frasi R 20/21/22 - 36/37/38
Frasi S 26 - 36/37/39

Il cloretone (o aceton-cloroformio o clorobutanolo) è un principio attivo ipnotico, dotato anche di potere antisettico.

Sintesi[modifica | modifica sorgente]

Il cloretone si forma per addizione nucleofila tra cloroformio e acetone.

Tossicologia[modifica | modifica sorgente]

Nei pesci è stato misurato un LD50 di 135 mg/L.[1]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ http://biade.itrust.de/biaen/lpext.dll?f=templates&fn=main-hit-h.htm&2.0

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

chimica Portale Chimica: Il portale della scienza della composizione, delle proprietà e delle trasformazioni della materia