Clodia Pulcra

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Clodia Pulcra

Clodia Pulcra (latino: Clodia Pulchra; 57 a.C. – ...) fu la prima moglie di Gaio Giulio Cesare Ottaviano[1].

Figlia di Fulvia, poi moglie di Marco Antonio, e del suo primo marito Publio Clodio Pulcro, era quindi figlia acquisita dello stesso Antonio.[1]

Quando, dopo la morte di Gaio Giulio Cesare, Marco Antonio e Ottaviano si riconciliarono dopo essersi scontrati a Modena, venne deciso, anche dietro la pressione dei soldati, di consolidare l'alleanza con un matrimonio, che avrebbe legato Ottaviano al generale di Cesare tramite la figlia acquisita.[1] Clodia era all'epoca molto giovane. Dopo due anni di convivenza, Ottaviano rimandò indietro Clodia dalla madre, inviando con la ex-moglie anche uno scritto in cui affermava di non aver consumato il matrimonio e che Clodia era ancora vergine.[1] Ci furono voci riguardo alla mancata consumazione, tanto che alcuni sostennero che Ottaviano avesse intenzione sin dall'inizio di rompere con Marco Antonio.

Subito dopo il divorzio, Ottaviano sposò Scribonia.[1]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d e SvetonioAugustus, 62.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Antica Roma Portale Antica Roma: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Antica Roma