Clerodendrum

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Clerodendro
Clerodendrum thomsoniae - 2004.jpg
Clerodendrum splendens
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Plantae
Sottoregno Tracheobionta
Superdivisione Spermatophyta
Divisione Magnoliophyta
Classe Magnoliopsida
Sottoclasse Asteridae
Ordine Lamiales
Famiglia Lamiaceae
Genere Clerodendrum
L., 1753
Specie

Clerodendrum L., 1753 è un genere di piante appartenente alla famiglia Lamiaceae, comprendente oltre 300 specie arboree e arbustive; quelle arboree raggiungono i 9 m di altezza. Queste piante, originarie dell'Asia e dell'Africa, sono molto apprezzate come piante ornamentali nei parchi e nei giardini, per i fiori profumati riuniti in grandi cime paniculate e le foglie ovate o cuoriformi, dal caratteristico aroma.

Etimologia[modifica | modifica wikitesto]

Il nome clerodendron = kleros (clero) e dendron (albero) fu coniato da Linneo che apprese che le piante erano in uso dal clero della popolazione cingalese.

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

La prima comparsa in Europa fu nel 1790, quando furono introdotte due specie da serra, C. chinense e C. squamatum, provenienti dalla Cina.

La specie più conosciuta, acclimatatasi nel Nord Italia, è la C. trichotomum originaria del Giappone fiorisce alla fine dell'estate con grandi corimbi di fiori bianchi stellati profumatissimi, i frutti autunnali sono bacche di colore blu intenso sorrette da un calice a forma di stella di colore rosso-cardinalizio;

Altre specie interessanti sono il C. fargesii rustico con fiori bianchi e il C.foetidum a fiori di colore rosa, originari della Cina; il C. myricoides dell'Etiopia con fiori colorati di blu, poco resistente al gelo; il C. chinense originario del Giappone a fiori bianchi; il C. ugandense Prain, arbusto alto 1-3 m, con foglie ovate, tomentose sulla pagina inferiore, di colore verde chiaro superiormente. i fiori viola e lilla simili a farfalle, sono riuniti in panicoli terminali, con stami sporgenti, originario dell'Africa tropicale, poco rustico non resiste alle basse temperature prolungate; il C. thomsoniae pianta rampicante con fiori bianchi, può essere coltivata in vaso come pianta da appartamento; citiamo infine il C. tomentosum.

Coltivazione[modifica | modifica wikitesto]

Preferiscono posizione non troppo soleggiata, terreno sciolto e fertile, annaffiature regolari nel periodo estivo, diradate o sospese d'inverno, nel periodo vegetativo sono previste concimazioni mensili con fertilizzante per piante da fiore. Si moltiplicano con la semina, per mezzo di talee o margotte e talvolta con i polloni radicali.

In italia le specie che resistono all'aperto (pieno sole) sono due: C. trichòtomum e C. bungei.

Avversità[modifica | modifica wikitesto]

  • Marciume radicale favorito dal ristagno d'acqua in terreni non drenati
  • Acari attaccano le foglie talvolta con notevoli danni

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]