Claudio Cipelletti

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Claudio Cipelletti

Claudio Cipelletti (Milano, 1962) è un regista italiano.

Con il documentario Due volte genitori, prodotto in collaborazione con AGedO e che affronta la tematica del rapporto tra genitorialità e omosessualità, presentato a numerosi festival e concorsi per documentari[1] ha vinto il premio come miglior documentario al 23º Festival Mix di Milano nel 2009[2] e al festival internazionale Cinhomo di Valladolid nel 2010[3].

Lo stesso documentario è stato presentato il 23 giugno 2009 ai deputati e senatori del Parlamento Italiano[4].

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Cortometraggi[modifica | modifica wikitesto]

  • 1989: Rambo 113, 30’ sul corso Allievi Vigili del Fuoco di Roma.
  • 1994:
    • Il mondo diviso (The split world), 12' 16 mm.
    • Epitaffio, 30' 16 mm (codiretto con Ruta, Stambrini, Brusaferri), un’ipotesi sulla fabbricazione della Sacra Sindone nel XIII secolo.
  • 1996: Nuragika, 18’ (coregia di Valerio Governi).
  • 1997: Altre storie (Love Affairs) - 14' 35 mm (codiretto con Valerio Governi).

Documentari[modifica | modifica wikitesto]

  • 1990: Pumori '90 - 60' super8 film/BetaSP - Documentario sulla spedizione italiana sul monte Pumori in Nepal.
  • 1997: Tuttinpiazza - Video documentario sul movimento gay italiano.
  • 1998: Nessuno uguale (No two alike) - 56' documentary - Beta SP.
  • 2008: Due volte genitori (Parents reborn) - 94' documentary - Beta SP.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Elenco dei concorsi da cinemaitaliano.info
  2. ^ Articolo con storia del documentario da Udine20.it
  3. ^ (ES) Sito ufficiale Cinhomo
  4. ^ Dal sito ufficiale del documentario

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]