Claudia Riegler (sciatrice)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Claudia Riegler
Dati biografici
Nazionalità Nuova Zelanda Nuova Zelanda
Altezza 174 cm
Peso 66 kg
Sci alpino Alpine skiing pictogram.svg
Dati agonistici
Specialità Slalom speciale
Ritirata 2003
 

Claudia Riegler (Ebenau, 16 luglio 1976) è un'ex sciatrice alpina neozelandese. Fu una delle prime atlete del suo Paese a ottenere buoni risultati in Coppa del Mondo: in attività tra gli anni novanta e l'inizio del decennio successivo, fu grado di aggiudicarsi quattro slalom speciali in Coppa.

È sposata con l'ex discesista francese Antoine Dénériaz[1].

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Stagioni 1994-1996[modifica | modifica wikitesto]

Slalomista pura che, seppur nata in un paese del Salisburghese (Austria), gareggiò sempre per la Nuova Zelanda, la Riegler debuttò in campo internazionale partecipando, non ancora sedicenne, ai XVII Giochi olimpici invernali di Lillehammer 1994, senza concludere la prova.

In Coppa del Mondo esordì il 20 dicembre 1994 a Méribel, senza concludere la prima manche; colse il primo podio il 7 gennaio 1996 a Maribor (3ª) e la prima vittoria il 28 gennaio successivo a Saint-Gervais-les-Bains. Il mese dopo prese parte ai Mondiali della Sierra Nevada, ottenendo quello che sarebbe rimasto il suo miglior piazzamento iridato: 4ª a 9 centesimi di distacco dal tempo marcato dalla vincitrice della medaglia di bronzo, Urška Hrovat[2]. Il 6 marzo seguente colse inoltre la sua prima vittoria in Coppa Europa, a Champoluc.

Stagioni 1997-2003[modifica | modifica wikitesto]

La stagione 1996-1997 fu la sua migliore in Coppa del Mondo: grazie anche a tre vittorie (tra le quali l'ultima della sua carriera, il 2 febbraio a Laax) ottenne il 13º posto nella classifica generale e il 2º in quella della Coppa del Mondo di slalom speciale, sebbene staccata dalla vincitrice Pernilla Wiberg di oltre trecento punti. Ai Mondiali di Sestriere 1997 invece non completò la prova, così come ai successivi XVIII Giochi olimpici invernali di Nagano 1998, ai Mondiali di Vail/Beaver Creek 1999 e a quelli di Sankt Anton 2001.

Ai XIX Giochi olimpici invernali di Salt Lake City 2002, sua ultima presenza olimpica, fu 11ª. Nella sua ultima stagione agonistica, 2002-2003, ottenne ancora un podio in Coppa del Mondo, il 22 dicembre a Lenzerheide (3ª), e partecipò ai Mondiali di Sankt Moritz (16ª); la sua ultima gara di Coppa del Mondo fu lo slalom speciale di Lillehammer del 15 marzo, nel quale non completò la prima manche.

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Coppa del Mondo[modifica | modifica wikitesto]

  • Miglior piazzamento in classifica generale: 13ª nel 1997
  • 8 podi (tutti in slalom speciale):
    • 4 vittorie
    • 4 terzi posti

Coppa del Mondo - vittorie[modifica | modifica wikitesto]

Data Località Paese Specialità
28 gennaio 1996 Saint-Gervais-les-Bains Francia Francia SL
23 novembre 1996 Park City Stati Uniti Stati Uniti SL
21 dicembre 1996 Crans-Montana Svizzera Svizzera SL
2 febbraio 1997 Laax Svizzera Svizzera SL

Legenda:
SL = slalom speciale

Coppa Europa[modifica | modifica wikitesto]

  • 5 podi (tutti in slalom speciale):
    • 3 vittorie
    • 2 terzi posti

Coppa Europa - vittorie[modifica | modifica wikitesto]

Data Località Paese Specialità
6 marzo 1996 Champoluc Italia Italia SL
6 dicembre 2000 Bardonecchia Italia Italia SL
19 gennaio 2001 Elbigenalp Austria Austria SL

Legenda:
SL = slalom speciale

Nor-Am Cup[modifica | modifica wikitesto]

  • Miglior piazzamento in classifica generale: 41ª nel 2001
  • 1 podio:
    • 1 terzo posto

Australia New Zealand Cup[modifica | modifica wikitesto]

  • Miglior piazzamento in classifica generale: 5ª nel 2001
  • 3 podi (tutti in slalom speciale):
    • 2 vittorie
    • 1 secondo posto

Australia New Zealand Cup - vittorie[modifica | modifica wikitesto]

Data Località Paese Specialità
12 settembre 2000 Whakapapa Nuova Zelanda Nuova Zelanda GS
13 settembre 2000 Whakapapa Nuova Zelanda Nuova Zelanda SL

Legenda:
GS = slalom gigante
SL = slalom speciale

Campionati neozelandesi[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (DE) Ex-Slalomstar Claudia Riegler wurde Mutter in ORF. URL consultato il 26 novembre 2014.
  2. ^ (EN) Referto della gara. URL consultato il 26 novembre 2014.
  3. ^ (EN) Profilo FIS. URL consultato il 26 novembre 2014.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]