Claudia Koll

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Claudia Koll al PalaDesio, mentre testimonia il proprio riavvicinamento alla fede cattolica (ottobre 2011)

Claudia Maria Rosaria Colacione, in arte Claudia Koll (Roma, 17 maggio 1965), è un'attrice italiana.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nata a Roma da padre pugliese-rumeno e madre di origine abruzzese[senza fonte], ha frequentato il liceo classico Orazio a Roma.[1]

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Il suo cognome d'arte, Koll, deriva dalla prima parte del suo vero cognome, uno pseudonimo da lei coniato poiché, a inizio carriera, le fu consigliato un nome tedesco.

Ha debuttato al cinema nel 1989 con il film Orlando sei di Dante Majorana, per poi diventare famosa nel 1992 recitando senza veli nel film erotico di Tinto Brass Così fan tutte. Ha partecipato a molte fiction in televisione tra cui Linda e il brigadiere accanto a Nino Manfredi, Valeria medico legale e Amiche.

Nel 1995 ha presentato il Festival di Sanremo con Pippo Baudo e Anna Falchi e la trasmissione L'Angelo su Canale 5 di cui è autore Gregorio Paolini. Quest'ultimo è pure ideatore di Malizie d'Italia (Italia 1)[2], la cui conduzione venne anch'essa affidata all'attrice romana[2]. Si trattava di una storia dell'evoluzione dei costumi sessuali degli Italiani nel corso degli anni settanta, attraverso la rappresentazione fattane dal cinema[2]: il programma andò in onda per sei venerdì[2] intorno alle 22:45[2], a partire dal 4 luglio 1997[2].

Dopo l'avvicinamento e coinvolgimento nella fede cattolica, ha continuato la propria professione scegliendo ruoli consoni al nuovo stile di vita. Ha lavorato quindi, nei film tv Maria Goretti, biografia della giovane santa (interpretando la contessa Mazzoleni); San Pietro, sull'arrivo dell'apostolo a Roma (Anna); Una cosa in mente, biografia del Cottolengo (Marianna Nasi, collaboratrice del santo); Io non lo so, fiction sull'Ordine delle Suore della Carità di Santa Giovanna Antida Thouret; Il mio Francesco, sul santo di Assisi (il falco).

Esercita al contempo anche un'intensa attività teatrale (Medusa, Teatro fantastico di Buenos Aires, Uomini sull'orlo di una crisi di nervi, Alle volte basta un niente, La professione della signora Warren, Ninotchka) e, durante le repliche al Teatro della Pergola de Il prigioniero della seconda strada di Neil Simon, si appassiona alla figura della santa fiorentina Maria Maddalena de' Pazzi. Ne rimane affascinata al punto da offrirsi di interpretarla nella sacra rappresentazione di Riccardo Bigi, Venite ad amare l'amore, durante le celebrazioni per il quattrocentenario della morte della Santa, accanto all'attore Marco Predieri (il 25 maggio 2007).

Nel 2009 assume la direzione artistica della Star Rose Academy di Roma e firma la sua prima regia teatrale con la commedia musicale A piedi nudi nel parco, da quel momento dirige i giovani artisti della Star Rose Academy di Roma in molte altre rappresentazioni teatrali, tra le quali nel 2011, Storia di un Padre e due figli della poetessa Elena Bono, e Vacanze Romane nel 2012[3] portate in scena, oltre che a Roma, anche in Teatri di prestigio di altre città d'Italia.[4]

Vita privata[modifica | modifica wikitesto]

Essendo celiaca, è stata in passato presidente onoraria dell'Associazione italiana celiachia.

Negli anni duemila, alcune situazioni personali[5] l'hanno portata ad avvicinarsi alla fede cattolica. In questo percorso hanno avuto un ruolo importante le letture d'infanzia della mistica carmelitana Teresa di Lisieux che le hanno suggerito il concetto di alleggerirsi dei fardelli pesanti, dei bisogni indotti e del superfluo per vivere più pienamente la dimensione spirituale della vita. Ha deciso, quindi, di dare una svolta alle proprie attività personali e professionali.[6] Si dedica a diverse associazioni di volontariato e all'apostolato, testimoniando in incontri di preghiera il "giro di boa" impresso alla propria esistenza.[7]

Nel 2005 decide di fondare l'associazione ONLUS "Le opere del Padre",[8] con lo scopo di aiutare le persone con particolari sofferenze sia fisiche che psicologiche, soprattutto in Africa.[9] Il vice direttore dell'associazione è il padre di Claudia, con cui ha risanato i rapporti, dopo anni di lontananza.[10]

Numerose volte pellegrina al Pontificio Santuario della Beata Vergine del Santo Rosario di Pompei, l'11 ottobre 2009, in occasione della IV festa "Pompei è città", le è stato conferito il "Premio Marianna Farnararo De Fusco" ed, in occasione del decimo anniversario "Pompei è città", le è stata conferita la cittadinanza onoraria della città.[11][12]

Nel 2012 diventa la testimonial di ATS pro Terra Sancta.[13]

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Il liceo Orazio fa il record: l’83 per cento di fogli in bianco, su Corriere della Sera
  2. ^ a b c d e f da la Repubblica del 3/7/1997 pag.43, vd. Archivio la Repubblica [1].
  3. ^ Intervista con l’attrice Claudia Koll, a Senigallia per “Vacanze Romane”, senigallianotizie.it, 3 febbraio 2012. URL consultato il 27 luglio 2014.
  4. ^ Eventi
  5. ^ Rossano D'Antonio. "Gesù compagno di strada": La testimonianza di Claudia Koll, Il Quotidiano del Molise, 1 luglio 2008.
  6. ^ "La fede di Claudia Koll", Gloria.tv, 24 settembre 2008.
  7. ^ Leon Bertoletti. "Porn Star's New Life", Hic sunt leones, 1 June 2007.
  8. ^ Associazione onlus "Le opere del Padre
  9. ^ Scheda incontro con Claudia Koll
  10. ^ Claudia Koll, una malata di successo guarita dalla fede
  11. ^ Rimini Donna - Claudia Koll - Celebrity
  12. ^ Pellegrinaggio a Pompei: ci sono Paolo Brosio e Claudia Koll, metropolisweb.it, 24 agosto 2009. URL consultato il 6 luglio 2014.
  13. ^ Intervista a "La perfetta letizia"

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]