Claude Lefèbvre

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Claude Lefèbvre (Fontainebleau, 12 settembre 1637Parigi, 25 aprile 1675) è stato un pittore francese.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Figlio del pittore Jean Lefèbvre (1600-1675), il giovane Claude fu dapprima allievo di Claude d'Hoey (1586-1660) nella sua città natale, quindi di Eustache Le Sueur e infine di Charles Le Brun. Quest'ultimo gli consigliò di intraprendere la strada del ritrattista, suggerimento che egli seguì puntualmente.
Accolto nell'Accademia reale di pittura e scultura nel 1663, divenne professore aggiunto l'anno seguente.
Molte delle sue opere sono conosciute solo grazie alle riproduzioni per incisione di artisti come Gérard Edelinck, Nicolas de Poilly e Pierre-Louis Van Schuppen.

Opere (ritratti)[modifica | modifica wikitesto]

  • "Charles Couperin e sua figlia", Museo nazionale del Castello e dei Trianon di Versailles.
  • "Claude Saumaise, professore all' Università di Leyda dal 1632 al 1653", Museo nazionale del Castello e dei Trianon di Versailles.
  • "Jean-Baptiste Colbert (1619-1683)", Museo nazionale del Castello e dei Trianon di Versailles.
  • "Luigi II di Borbone, principe di Condé e il suo primogenito Henri Jules de Bourbon, duca d’Enghien", Museo nazionale del Castello e dei Trianon di Versailles.
  • "Louise-Françoise de La Baume Le Blanc, duchessa de La Vallière e di Vaujours (1644-1710)", Museo nazionale del Castello e dei Trianon di Versailles.
  • "Jacques de Saulx-Tavannes", Museo di Belle arti, Digione
  • "Madame de Sillery", Museo di Belle arti, Dole
  • "Ritratto d’uomo", Museo del Louvre
  • "Ritratto d’uomo", Museo Ingres, Montauban
  • "Ritratto di un magistrato", Museo di Belle arti, Caen
  • "Ritratto presunto di Claude-Emmanuel Lhuillier, dit Chapelle", Museo Condé, Chantilly
  • "Un Precettore e il suo allievo", Museo del Louvre
  • "Monsieur Paillet", Collezione di Monsieur Christophe Bastiani.

Fonti[modifica | modifica wikitesto]

  • Olivier Merson, La Peinture française au XVIIe et au XVIIIe siècle, Ed. A. Picard & Kaan, Parigi, 1900.
  • Académie royale de peinture et de sculpture, Mémoires inédits sur les membres de l’Académie royale de peinture et de sculpture, 1854.

Galleria[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]


Controllo di autorità VIAF: 7655697 LCCN: nr2004018250