Classe dirigente

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

La locuzione classe dirigente si riferisce alla classe sociale di una certa società che prende le decisioni riguardo alla linea politica oppure economica della società stessa, assumendo un ruolo egemonizzante intellettuale e morale.

Cenni storici[modifica | modifica wikitesto]

Già in età antica un primo esempio di classe dirigente si potrebbe rinvenire nell'istituto della schiavitù, perché i diritti della vita delle persone appartenevano completamente al padrone dello schiavo, loro potevano e facevano ogni implementazione che avrebbe aiutato la produzione dell'azienda.[1]

Durante il feudalesimo, c'era un signore feudale, che comandava la schiavitù, di cui era padrone. Sotto la società feudale, i signori feudali avevano potere sopra i vassalli, perché controllavano il feudo. Questo dava loro potere politico e militare sopra le persone.

Nella Repubblica Sudafricana durante l'apartheid, molte persone nere e di famiglie di razze miste erano soggette a tale regime di segregazione, ch etolse la cittadinanza ad alcune famiglie e separò legalmente il paese per razza e credo.[2]
Gli Mattei Dogan condotti all'inizio degli anni 2000 sulle elites nelle società pluraliste contemporanee hanno mostrato che in questi tipi di società, precisamente per la loro complessità, la loro eterogeneità e particolarità per la divisione sociale del lavoro e i molti livelli di stratificazione, non ci sono, o non ci possono essere, delle coerenti classi dirigente, anche se nel passato ci sono stati esempi di classi dirigenti solide, come il regime Zarista, quello Ottomano e i più recenti totalitarismi del XX secolo (comunismo e nazismo).[3]

Caratteristiche[modifica | modifica wikitesto]

La classe dirigente non deve per forza appartenere alla maggioranza. In qualche caso di pregiudizio loro possono appartenere alla minoranza.

La classe dirigente è una parte della classe alta che rientra in circostanze abbastanza specifiche: tiene sia la maggior parte della ricchezza che la più forte influenza su tutte le altre classi . Quindi la maggior parte della classe alta non rientra perfettamente nella descrizione appena enunciata.

Il problema della definizione[modifica | modifica wikitesto]

Nel definire la classe dirigente di una determinata società è necessario non confonderla con la classe dominante, né con la classe politica, con le quali non è detto che coincidano. Alcuni sociologi, tra i quali Luciano Gallino, hanno ravvisato l'insorgenza di una crisi del sistema sociale, proprio nel momento in cui la o le classi dominanti, pur mantenendo un certo dominio, hanno smarrito la capacità di dirigere intellettualmente e moralmente le società occidentali.[4]

Il sociologo C. Wright Mills sostenne che la classe dirigente differisce dal potere d'elite. Quest'ultimo si riferisce semplicemente al piccolo gruppo di persone con la maggior parte del potere politico. Molti di loro sono politici, e leader militari.

Nell'economia politica Marxista, la classe dirigente si riferisce a quel segmento della classe della società che ha la maggior parte del potere economico - e solo in seconda riga - quello politico. Sotto il capitalismo, la classe dirigente - i capitalisti e i borghesi - consiste di quelle persone che possiedono e controllano i mezzi di produzione e quelli che sono capaci di dominare e strutturare la classe operaia, mandandoli a lavorare abbastanza da produrre il plusvalore, la base del profitto, interesse, e affitto (proprietà di reddito). Questa proprietà di reddito può essere usato per accumulare più potere, per estendere ulteriormente il dominio della classe. Il potere economico di una classe da lo straordinario potere politico così che lo stato o la politica del governo riflette quasi sempre gli interessi percepiti di quella classe.

Le classi dirigenti tendono ad essere considerate in maniera negativa visto che sembrano avere poco rispetto e cura dei diritti delle persone delle classi inferiori.

Nell'arte[modifica | modifica wikitesto]

Ci sono molti esempi di sistemi di classi dirigenti in romanzi, film e show televisivi. Nel romanzo Il Mondo Nuovo di Aldous Huxley, tutti quanti sono creati geneticamente e divisi per classi.

La classe Alpha è la classe dirigente perché hanno le più alte posizioni e il controllo sulla maggior parte del mondo. Anche nel romanzo di George Orwell, 1984 il Grande Fratello e il governo controllano letteralmente cosa sente la nazione, vede e impara. Gli esempi nei film includono V per Vendetta, dove nella Gran Bretagna è instaurato un severo governo totalitario.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Slave Ownership
  2. ^ OHCHR
  3. ^ (EN) Mattei Dogan, Elite Configurations at the Apex of Power, Leiden, Brill, 1º aprile 2003, p. 255, ISBN 90-04-12808-5.
  4. ^ "Sociologia dell'economia e del lavoro", di Luciano Gallino, Utet, Torino, 1989, pag.145, voce "Classe dirigente"

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]