Classe Victor I/III

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Classe Victor I
Progetto 671 Ërš
Victor I class submarine.jpg
Descrizione generale
Naval Ensign of the Soviet Union.svg Naval Ensign of Russia.svg
Tipo sottomarino nucleare d'attacco
Numero unità 15 (solo classe Victor I)
Proprietà Naval Ensign of the Soviet Union.svg Voenno Morskoj Flot SSSR
Naval Ensign of Russia.svg Voenno Morskoj Flot Rossijskoj Federacii
Entrata in servizio 1967
Caratteristiche generali
Dislocamento in superficie: 3.500 t
in immersione: 4.690 t
Lunghezza 93 m
Larghezza 10,6 m
Pescaggio 7,2 m
Profondità operativa massima: 400 m
Propulsione 2 reattori nucleari alimentanti a vapore due gruppi turboriduttori eroganti 30.000 CV-Asse su un asse principale e due ausiliari
Velocità in superficie: 11,5 nodi
in immersione: 33,5 nodi
Equipaggio 68
Armamento
Armamento 6 tubi lanciasiluri da 533 mm con una combinazione di:

dati tratti da [1]

voci di classi di sottomarini presenti su Wikipedia

Le classi Victor, nome in codice NATO della famiglia di classi di sottomarini nucleari sovietici Progetto 671, furono i primi sottomarini SSN veramente soddisfacenti costruiti per l'Unione Sovietica, con 3 generazioni, la migliore delle quali era la terza, la Victor III - Progetto 671RTK. Il Victor I era un sottomarino molto idrodinamico, con buone innovazioni rispetto ad altri progetti. La classe Victor II - Progetto 671PT Semga aveva ricevuto inizialmente la designazione NATO di classe Uniform.

Il Victor II - Progetto 671PT Semga nasceva come risposta all'emergenza determinata dal rapporto "Walker": spie americane che avevano detto ai sovietici che i loro sottomarini, pensati per la velocità invece per la silenziosità, erano tracciabili dal SOSUs e dalle navi o sottomarini NATO. Il primo tentativo, dopo questo sconcertante rapporto fu proprio questa classe derivata, realizzata in 7 esemplari, che cercava in corso d'opera di rimediare all'eccessivo rumore, ma con ridotti risultati.

I Victor III - 671PTM Ščuka, realizzati in 26 esemplari erano sottomarini d'attacco a propulsione nucleare, molto migliorati, con tanto di sonar rimorchiato in un bulbo di poppa. Essi, entrati in servizio nei tardi anni settanta sono rimasti in servizio fino ai tempi odierni, con consistente successo.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Nuclear-powered submarine Project 671 Yorsh in russian-ships.info. URL consultato il 15 aprile 2014.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Lista di nomi in codice NATO per navi sovietiche

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]