Classe Sims

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Classe Sims
USS Sims 0540906.jpg
Descrizione generale
Flag of the United States.svg
Tipo cacciatorpediniere
Numero unità 12
Proprietà Flag of the United States.svg United States Navy
Entrata in servizio 1939-1940
Caratteristiche generali
Dislocamento standard: 1570 t
a pieno carico: 2465 t
Lunghezza 106,1 m
Larghezza 10,9 m
Pescaggio 3,9 m
Propulsione turbine ad ingranaggi Bethlehem, 2 eliche; 50.000 shp
Velocità 37 nodi
Autonomia 5.640 miglia nautiche a 12 nodi
Armamento
Artiglieria alla costruzione:
  • 5 cannoni da 127 mm
  • 4 mitragliatrici da 12,7mm (0,50")
Siluri 12 tubi lanciasiluri da 530 mm per siluri Mark 15

dati tratti da[1]

voci di classi di cacciatorpediniere presenti su Wikipedia

La classe Sims fu una classe di cacciatorpediniere della United States Navy, composta da 12 unità entrate in servizio tra il 1939 e il 1945. I Sims erano uno sviluppo della classe Gridley, con uno scafo allungato che dava loro una migliore idrodinamica, un lanciasiluri in meno per un cannone in più, il quale però venne poi sbarcato. Avevano un nodo in più di velocità e un'autonomia leggermente maggiore. Fu l'ultima classe di cacciatorpediniere completata prima dell'entrata degli Stati Uniti nella seconda guerra mondiale[1].

Struttura[modifica | modifica wikitesto]

L'armamento era inizialmente di 5 impianti singoli da 127 mm, di 12 tubi da 533 mm in tre impianti quadrinati e quattro mitragliere antiaeree calibro 12,7 mm. A causa di problemi di stabilità dovuti al peso concentrato in alto, e di affaticamento degli scafi, uno dei pezzi da 127mm e uno o due impianti lanciasiluri vennero sbarcati, e infine le mitragliere da 12,7mm sostituite con altrettanti impianti singoli di mitragliere da 20mm[1].

L'apparato propulsivo era molto potente, 49.000 HP, e vi era un solo fumaiolo per servire i 2 locali caldaie adiacenti ma separati per motivi di sicurezza, in modo che la nave potesse mantenere la propulsione anche con una sala caldaie fuori uso[1].

Navi della classe[modifica | modifica wikitesto]

Ship Name Commissioned Decommissioned Fate
Sims (DD-409) 1 agosto 1939 affondato da aerei giapponesi durante la Battaglia del Mar dei Coralli, 7 maggio 1942. (14 sopravvissuti).
Hughes (DD-410) 21 settembre 1939 28 agosto 1946 Danneggiato durante l'Operazione Crossroads, il test atomico dell'Atollo di Bikini, luglio 1946. Affondato come bersaglio, 16 ottobre 1948.
Anderson (DD-411) 19 maggio 1939 28 agosto 1946 durante l'Operazione Crossroads, il test atomico dell 'Atollo di Bikini (test Able), 1 luglio 1946.
Hammann (DD-412) 11 agosto 1939 Affondato dal sottomarino giapponese I-168 durante la Battaglia delle Midway con la stessa salva di siluri che affondò la USS Yorktown (CV-5), 6 giugno 1942. (80 morti).
Mustin (DD-413) 15 settembre 1939 29 agosto 1946 Danneggiato durante l'Operazione Crossroads. Affondato Kwajalein, 18 April 1948.
Russell (DD-414) 3 novembre 1939 15 novembre 1945 venduto per la rottamazione, settembre 1947.
O'Brien (DD-415) 2 March 1940 Silurato dal sottomarino giapponese I-19, con la stessa salva di siluri che affondò la USS Wasp (CV-7) e danneggiò la USS North Carolina (BB-55), il 15 settembre 1942. Affondato il 19 ottobre 1942 al largo di Suva mentre in rotta per Pearl Harbor per le riparazioni.
Walke (DD-416) 27 aprile 1940 affondato nella battaglia navale di Guadalcanal, 15 novembre 1942. (88 morti).
Morris (DD-417) 5 marzo 1940 9 novembre 1945 venduto per la demolizione, 2 agosto 1947.
Roe (DD-418) 5 gennaio 1940 30 ottobre 1945 venduto per la demolizione, agosto 1947.
Wainwright (DD-419) 15 April 1940 29 August 1946 Danneggiato durante l'Operazione Crossroads. Affondato come bersaglio nel Pacifico, 5 luglio 1948.
Buck (DD-420) 15 maggio 1940 Affondato dall'U-616 al largo di Salerno, Italia, 9 ottobre 1943. (150 morti)

Servizio[modifica | modifica wikitesto]

Sei unità tra classe Gridley e Sims erano presenti all'Isola di Savo durante la terribile battaglia: su 96 siluri disponibili, solo 8 vennero lanciati e nessuno andò a segno.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d Sims-class destroyers in destroyerhistory.org. URL consultato il 2 dicembre 2013.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

marina Portale Marina: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di marina