Classe Regina Elena

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Classe Regina Elena
Italian battleship Regina Elena.jpg
Descrizione generale
Flag of Italy (1861-1946) crowned.svg
Tipo corazzata pluricalibro (pre-dreadnought)
Classe Regina Elena
Numero unità 4
Entrata in servizio 1907
Caratteristiche generali
Dislocamento normale: Regina Elena 12.691 t, Vittorio Emanuele 13.035 t, Roma 12.791 t, Napoli 12.833 t
pieno carico: Regina Elena 13.950 t, Vittorio Emanuele 14.192 t, Roma 13.950 t, Napoli 14.112
Lunghezza fuori tutto 144,6 m
perpendicolari 136,7 m
Larghezza 22,4 m
Pescaggio 8,4 m
Propulsione 28 caldaie; 2 motrici alternative per 19.000 CV complessivi (Regina Elena, Vittorio Emanuele)

18 caldaie; 2 motrici alternative x 20.000 CV complessivi (Roma)

22 caldaie; 2 motrici alternative x 20.000 CV complessivi (Napoli)
Velocità Regina Elena, Vittorio Emanuele 21 nodi
Roma, Napoli 22 nodi
Autonomia 10.000 mn a 10 nodi (Regina Elena)
11.000 mn a 10 nodi (Vittorio Emanuele)
9.000 mn a 10 nodi (Roma, Napoli)
Equipaggio 700
Armamento
Armamento 2 pezzi da 305/40 mm
12 pezzi da 203/45 mm
16 pezzi da 76/40 mm
10 pezzi da 47 mm
2 mitragliere
2 tubi lanciasiluri da 450 m
Corazzatura 250 mm (verticale)
100 mm (orizzontale)
250 mm (artiglierie)
250 mm (torrione)

[senza fonte]

voci di navi presenti su Wikipedia

Le classe Regina Elena era una classe di corazzate pluricalibro della Regia Marina. Era costituita da 4 unità, Regina Elena, Vittorio Emanuele, Roma e Napoli, in servizio tra il 1907 ed il 1926, trovarono impiego durante la guerra di Libia e la prima guerra mondiale. Anche nota come classe Vittorio Emanuele, dal nome della seconda unità.

La prima due unità vennero impostate nel 1901 e varate nel 1904. Costituita da navi molto veloci, anche assai ben protette, ma dotate di un armamento principale insufficiente per sostenere scontri prolungati, a causa di 2 soli cannoni da 305mm, che davano un peso di bordata complessivo (2 x 305/40 + 6 x 203/45) di 1.100 kg circa, contro 1.700-2.600 di navi contemporanee. Come la classe Regina Margherita (in tal caso però riguardava la protezione) esse non erano realmente idonee a sostenere un combattimento prolungato come nel caso della Battaglia di Tsushima, ma non ebbero mai modo di controbattere altre navi da battaglia. Esse sono simili ad un'anticipazione degli incrociatori da battaglia.


Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

marina Portale Marina: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di marina