Classe Graney

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Classe Graney (Progetto 885 "Jasen'")
Graney class SSN.svg
Descrizione generale
Naval Ensign of Russia.svg
Tipo Sottomarino nucleare da attacco/lanciamissili
Classe Graney/Jasen'
Proprietario/a Russia
Cantiere Severodvinsk
Impostata 1992-1993
Varata 2010
Entrata in servizio prevista nel 2011
Caratteristiche generali
Dislocamento 5.800-7.700 in emersione, 8.200-13.000 in immersione
Lunghezza 111 m
Larghezza 12 m
Altezza 8,4 m
Profondità operativa oltre 500 m
Propulsione nucleare, un reattore da 200 MW di potenza
Velocità 20 in emersione, 31-35 in immersione nodi
Autonomia n.mi. a nodi ( km a km/h)
Equipaggio 50
Armamento
Armamento 24 SS-N-26 siluri: 8 tubi lanciasiluri. L’armamento previsto riguarda circa 24 tra missili e siluri

[senza fonte]

voci di navi presenti su Wikipedia

I sottomarini appartenenti alla classe Graney (progetto 885 Jasen' secondo la classificazione russa) sono sottomarini nucleari lanciamissili equipaggiati con missili antinave di progetto e costruzione russa. Sono conosciuti in Occidente anche con il nome in codice NATO di classe Severodvinsk. Sviluppati negli anni novanta, la loro costruzione è andata molto a rilento, a causa della bassa priorità e dell’assenza di finanziamenti.
L’ingresso in servizio del primo esemplare era prevista nel 2011.

Sviluppo[modifica | modifica wikitesto]

La costruzione del primo esemplare iniziò nel cantiere navale Sevmaš, a Severodvinsk, il 28 dicembre 1993, e lo scafo venne varato (sembra) nel 1995, quando il livello di completamento era di circa il 10%[1]. Tuttavia, a causa dei problemi economici che hanno caratterizzato la Russia negli anni novanta, i lavori sono andati avanti con estrema lentezza: infatti furono interrotti nel 1996 e ripresero solo nei primi anni del 2000. La costruzione subì poi una forte accelerazione a partire dal 2003, in seguito ad un aumento dei finanziamenti. Tuttavia, questo programma non era considerato prioritario, ed i lavori proseguirono piuttosto a rilento, soprattutto a causa della priorità data ai classe Borej. Inoltre vi sarebbero state numerose difficoltà tecniche a causa dell'estrema complessità del sistema[2]. Comunque, stando alle dichiarazioni rilasciate dai vertici della marina russa, il programma relativo ai Progetto 885 sembra tornato ad alti livelli di importanza[3].

Nelle intenzioni della marina militare russa, la classe dovrebbe essere composta da sette unità. Tuttavia, non è chiaro il numero di unità effettivamente in costruzione. Fonti occidentali[4] riferiscono che gli esemplari in costruzione sarebbero tre. Quello sicuramente più vicino al completamento (circa all'80%) sarebbe il capoclasse K-329 Severodvinsk, l’esemplare varato con cerimonia ufficiale nel giugno 2010, il cui ingresso in servizio, continuamente posticipato, è previsto per il 2011. Le informazioni sugli altri due sono praticamente inesistenti: non sono stati comunicati neanche i nomi. La loro costruzione è iniziata nell'ottobre 1996 e nel gennaio 1998, ma lo stato attuale dei lavori è ignoto. Dovrebbero comunque entrare in servizio, rispettivamente, nel 2013 e nel 2016. Fonti russe[5] riferiscono invece che la costruzione del secondo esemplare della classe, che dovrebbe ricevere il nome di Kazan', sarebbe iniziata il 24 luglio 2009[6] Per quanto riguarda gli ultimi quattro esemplari previsti, si sa che si tratta di una versione migliorata, ma non si conoscono eventuali modifiche o differenze rispetto ai battelli precedenti. In tutti i modi, secondo il programma degli armamenti 2007-2015, è previsto l’ingresso in servizio di due sottomarini di questo tipo in tale arco di tempo.

Tecnica ed armamento[modifica | modifica wikitesto]

I classe Graney derivano dai classe Akula e sono molto sofisticati. Lo scafo è costruito in acciaio amagnetico, cosa che dovrebbe permettere a questi mezzi una silenziosità maggiore, consentendogli dunque di essere meno individuabili dei classe Akula. Inoltre, molto alta dovrebbe essere l'automazione dei processi interni, visto che l’equipaggio previsto è di soli 50 elementi.

L'armamento principale è composto da 24 missili antinave P-800 Oniks (SS-N-26 in Occidente), sistemati in otto tubi di lancio verticali SM-135 posti alle spalle della torre. La notizia che avrebbe dovuto imbarcare venti SS-N-17 Snipe si è rivelata infondata. Per quanto riguarda l'armamento secondario, questo è composto da circa 24 tra missili e siluri, che potranno essere lanciati mediante otto tubi lanciasiluri.

Il sistema sonar è di tipo Irtyš-Amfora, per il cui sviluppo e messa a punto è stato utilizzato lo Yankee Pod KS-403[7]. Come detto in precedenza, gli ultimi quattro esemplari della classe dovrebbero avere delle differenze, e sarebbero noti con il nome di Severodvinsk-I. Tali differenze comunque non sono note. Fonti russe riferiscono che alcuni esperti americani considererebbero i Graney i più avanzati sottomarini del mondo[8].

Esemplari previsti[modifica | modifica wikitesto]

L'ingresso in servizio attivo del primo esemplare della classe, continuamente posticipato, è previsto per il 2011. Sui successivi esemplari le fonti differiscono notevolmente. Invece, l'inizio della costruzione dei quattro Seveodvinsk-I era previsto per il 2002-2004, ma non si hanno notizie in questo senso.

I Graney, comunque, sarebbero in grado di colpire (anche con testate nucleari) non solo obiettivi navali, ma anche terrestri, situati in prossimità delle coste[9]. I Severodvinsk dovrebbero progressivamente rimpiazzare i sottomarini nucleari da attacco (SSN) delle classi più vecchie in servizio con la marina russa. Il riferimento è in particolare ai classe Victor, ai Sierra ed ai più vecchi esemlpari della classe Akula. Non è chiaro invece se possano sostituire anche gli SSGN classe Oscar. In particolare, fonti occidentali[10] riferiscono che il terzo esemplare dovrebbe sostituire il K-263 Del'fin (classe Akula), mentre i successivi quattro battelli dovrebbero rimpiazzare gli altrettanti Victor III ancora in servizio entro il 2021. Inoltre, ulteriori 12 esemplari (da costruirsi tra il 2017 ed il 2028) dovrebbero andare a sostituire gli Akula attualmente in carico alla marina.

Naval Ensign of Russia.svg Voenno-Morskoj flot Rossijskoj Federacii
Nome Impostazione Varo Entrata in servizio Status
K-329 Severodvinsk 21 dicembre 1993 15 giugno 2010 30 dicembre 2013 Flotta del Nord
Kazan 24 luglio 2009 2013 - 2014 In costruzione

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ www.globalsecurity.org
  2. ^ www.globalsecurity.org
  3. ^ www.globalsecurity.org
  4. ^ www.globalsecurity.org
  5. ^ www.warfare.ru
  6. ^ La stessa fonte, nelle informazioni tecniche della classe, conferma però la notizia dei tre esemplari in costruzione.
  7. ^ Sottomarini russi da appoggio
  8. ^ ww.warfare.ru
  9. ^ www.globalsecurity.org
  10. ^ www.globalsecurity.org

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]