Classe Fubuki

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.
Fubuki
Fubuki.jpg
Descrizione generale
Naval Ensign of Japan.svg
Tipo cacciatorpediniere
Classe Fubuki
Proprietario/a Giappone Giappone
Entrata in servizio 15 novembre 1927
Destino finale Affondata l'11 ottobre 1942
Caratteristiche generali
Dislocamento 2090
Lunghezza 118,35 m
Larghezza 10,36 m
Pescaggio 3,2 m
Propulsione 2 Gruppi di turbine a vapore su 2 assi; potenza 50.000hp
Velocità 38 nodi
Autonomia 4689n.mi. a 15 nodi ( km a km/h)
Equipaggio 197
Armamento
Armamento artiglieria alla costruzione: 3 impianti binati da 127/40mm siluri:9 siluri da 610mm in impianti tripli con 9 armi di ricarica

[senza fonte]

voci di navi presenti su Wikipedia

Le unità appartenenti alla Classe Fubuki (吹雪型?), originariamente denominate solamente come cacciatorpediniere "Tipo speciale" dal 35 al 54 dalla Marina Imperiale giapponese, furono completate tra il 1928 ed il 1931. Sono stati i primi veramente innovativi della Marina giapponese, con un aumento di dislocamento e di armamento notevolissimo, e un progetto pressoché nuovo. 20 unità vennero varate tra la fine degli anni '20 e l'inizio del decennio successivo, rappresentando una rivoluzione e uno shock a livello mondiale.

Ad essi vennero assegnati i nomi dopo il varo, in linea con le consuetudini della Marina giapponese.

Progetto[modifica | modifica sorgente]

Navi concepite per criteri offensivi, con velocità e potenza di fuoco elevatissime, queste unità avevano uno scafo lungo e affusolato,bello e aggressivo, molto adatto per le grandi velocità, con un rapporto lunghezza/larghezza di oltre 10:1. La linea di prua era, in quello che sarà il tipico stile giapponese, molto arcuata e sollevata rispetto al ponte di castello. Il castello prodiero si prolungava, a differenza che nei Minekaze, fino sotto la plancia, conferendo agli scafi un considerevole bordo libero. I fumaioli erano 2, praticamente uguali, molto armoniosi nelle linee, con un ampio raccordo alla loro base, con il ponte di coperta. Vi erano anche 2 sottili alberi, con quello di dritta a tripode, e i cavi delle antenne radio estesi tra di essi.

L'apparato propulsivo era capace di ben 50,000hp, per velocità fino a 38 nodi.

L'armamento era dato dai nuovi cannoni da 127/40mm, installati in 1 torre prodiera binata e totalmente chiusa, e altre 2 uguali a poppa, sovrapposte. 3 lanciasiluri, protetti da una struttura antiflutti, erano sistemati lungo la linea di mezzeria, che a motivo della considerevole lunghezza delle navi consentiva di ospitare un impianto tra i fumaioli e due dietro. Esistevano sotto coperta altri 9 siluri di ricarica, altro fatto notevole (specie se si pensa che tipo di arma era).

Storia[modifica | modifica sorgente]

La classe Fubuki combatté duramente durante la seconda guerra mondiale, con perdite elevatissime.

Unità della Classe Fubuki della Marina Imperiale Giapponese

Marina Imperiale Giapponese - Classe Fubuki
Matricola Nome Cantiere Entrata in servizio Destino finale
Fubuki
Ayanami
Shirayuki
Hatsuyuki
Miyuki
Murakumo
Shinonome
Usugumo
Shirakumo
Isonami
Uranami
Shikinami
Asagiri
Yugiri
Amagiri
Sagiri
Oboro
Akebono
Sazanami
Ushio

Impiego ed evoluzione[modifica | modifica sorgente]

Le navi erano molto innovative, e ovviamente anche esposte a imprevisti. L'alta velocità richiesta rendeva gli scafi più sottili del desiderato, e rendeva la nave assai instabile. Così la struttura dello scafo venne rinforzata e la zavorra aumentata, per un incremento di peso pari a 400 tonnellate, che risolse il problema della robustezza ma diminuì la velocità di 4 nodi.

Una innovazione venne realizzata a far tempo dal 1929: elevare i cannoni ad un massimo di 70 anziché 40 gradi, per conferire una effettiva capacità contraerea alle armi principali. Questo fatto era indubbiamente utile, visto che le mitragliere contraeree erano poche. Il fatto è che per anni questa fu l'unica classe di caccia che poteva difendersi con le armi principali contro minacce aeree. Durante l'impiego bellico si sbarcarono i siluri di riserva e una torre di artiglieria, per imbarcare 14 mitragliere da 25mm contraerei aggiuntive al posto delle 2 mitragliatrici da 13mm. Dopo l'intenso impiego bellico la classe si ritrovò con un solo superstite, l'Ushio. Gravemente danneggiato nella baia di Manila il 14 novembre 1944, fu rimorchiata fino a Yokosuka, e lì si arrese alla fine della guerra. La capoclasse Fubuki fu affondata dalle corazzate americane al largo di Guadalcanal l'11 ottobre 1942.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]