Classe Akizuki (1942)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Classe Akizuki (1942)
La IJN Hatsuzuki nel 1942
La IJN Hatsuzuki nel 1942
Descrizione generale
Naval Ensign of Japan.svg
Tipo Cacciatorpediniere
Classe Akitsuki
Proprietario/a Dai-Nippon Teikoku Kaigun
Entrata in servizio 1942-1944
Destino finale affondamento
Caratteristiche generali
Dislocamento 2743
Lunghezza 134,1 m
Larghezza 11,6 m
Pescaggio 4,11 m
Propulsione 2 Gruppi di turbine a vapore su 2 assi; potenza 52.000hp
Velocità 33 nodi nodi
Autonomia 14797n.mi. a 18 nodi
Equipaggio 285
Equipaggiamento
Sensori di bordo sonar, radar dki scoperta aerea
Armamento
Artiglieria alla costruzione: 8 cannoni da 100 mm in impianti binati, 2 binati da 25
Siluri 1 lanciasiluri quadruplo da 610 mm
Altro bombe di profondità

[senza fonte]

voci di navi presenti su Wikipedia

I cacciatorpediniere classe Akitsuki erano navi imponenti, le più grandi varate per la marina giapponese. Essi erano dotati di 8 cannoni e 4 siluri, per cui apparentemente erano comparabili ai Classe Tribal inglesi, in realtà erano del tutto diversi, in quanto orientati alla lotta contraerea, per cui i cannoni da 127mm, buoni ma non eccezionali, vennero sostituiti da armi calibro 100mm, più rapide da manovrare e sparare.

Il progetto prevedeva uno scafo enorme, per dare stabilità alla nave nel fuoco contraereo, e per consentirle una grande autonomia. Infatti era un mezzo studiato per la scorta alle navi più grandi e non per il combattimento di superficie, ragion per cui esse erano dotate di un numero di siluri minimo, giusto per la propria autodifesa.
L'alberatura era molto robusta, con una strurttura pensata per sostenere radar di scoperta aerea come il Tipo 22.

Lo scafo era molto simile alle navi connazionali, con un lungo castello di prua, una plancia alta e slanciata, e un unico fumaiolo, per la prima volta nella storia delle navi giapponesi della categoria, grazie ad un attento studio per l'ottimizzazione dei condotti di scarico delle caldaie.

Durante il pesante servizio di guerra, le unità subirono 6 perdite. L'armamento difensivo era stato increementato per la necessità di rimediare alla scarsa potenza di quello originario, tanto che le 6 navi superstiti avevano incrementato a circa 50 le armi contraeree da 25mm.

La capoclasse Akitsuki fu affondata il 25 ottobre 1944.Alla fine della guerra la Fuyutsuki si arrese a Moji dopo aver subito danni gravissimi, e la sorella Fuyutsuky si arrese a Sasebo in condizioni simili. Le altre 4 navi superstiti si arresero tutte a Kure: la Hanatsuki fu catturata dagli Americani e usata come nave bersaglio; la Natsutsuki fu data agli Inglesi nel giugno 1947 e in seguito rottamata; la Harutsuki fu data ai Russi e servì per qualche anno tra le file della marina sovietica; infine la Yoitsuki fu data alla Cina nazionalista e rinominata Fen Yang.

Unità della Classe = Akitsuki (1944), Fuyutsuki (1944), Hanatsuki (1944), Harutsuki (1944 e dal 1947 Pospechny), Hatsusuki (1942), Natsusuki (1944), Shimotsuki (1943), Suzutsuki (1942), Terutsuki (1941), Wakatsuki (1942), Yoitsuki (1941). Annullate le costruzioni di Hazuki, Kiyotsuki, Niitsuki e Ootsuki.

Perdite di guerra: Hatsutsuki, Niitsuki, Shimotsuki, Terutsuki e Wakatsuki.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

marina Portale Marina: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di marina