Classe A (sommergibile britannico)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Classe A
Alcuni sommergibili della classe A
Alcuni sommergibili della classe A
Descrizione generale
Naval Ensign of the United Kingdom.svg
Tipo Sommergibile
Numero unità 13
Proprietario/a Naval Ensign of the United Kingdom.svg Royal Navy
Costruttori Vickers
Cantiere Barrow-in-Furness
Caratteristiche generali
Dislocamento 190 t in superficie
207 t sommerso
Lunghezza 32 m
Propulsione 1 motore a gasolio Wolseley da 16 cilindri da 450 hp (336 kW) e 1 motore elettrico da 150 hp (112 kW)
Velocità 10,5 nodi in emersione
7 nodi in immersione nodi  (19 km/h
13 km/h)
Autonomia 360 mn a nodi 10,5 (670 km a 19 km/h)
Equipaggio 11 uomini
Armamento
Armamento 2 tubi lanciasiluri da 18 pollici (450 mm) per 4 siluri totali

dati tratti da [1]

voci di classi di sommergibili presenti su Wikipedia

La classe A è stata la prima classe navale di sommergibili progettata nel Regno Unito ad entrare in servizio con la Royal Navy.

Caratteristiche[modifica | modifica sorgente]

La Vickers costruì un totale di 13 esemplari di questa classe, nei suoi cantieri di Barrow-in-Furness, tra il 1902 e 1905. Anche se da sommergibile a sommergibile le misure variarono, la classe A era lunga circa 30 m e dislocava circa 200 t in immersione. Tutti erano propulsi sott'acqua da un motore elettrico alimentato a batterie, mentre in superficie entrava in azione un motore Diesel Wolseley da 400 hp (sommergibile A1) o da 450 (sommergibili A2, A3 e A4) e 600 (sommergibili dall'A5 all'A12) hp. L'A13 aveva invece un motore diesel sperimentale da 500 hp della Vickers, che nei fatti si dimostrò inaffidabile. L'armamento era costituito da quattro siluri lanciabili tramite due tubi lanciasiluri da 18 pollici (45 cm), tranne che per il sommergibile A1 che aveva tre siluri e un solo tubo lanciasiluri.

Il primo esemplare della serie ad entrare in servizio fu l'A1, nel luglio 1902, mentre l'ultimo fu, nell'aprile 1905, l'A13.

Impiego operativo[modifica | modifica sorgente]

Sei sommergibili della classe A (A1, A3, A4, A5, A7, e A8) furono costellati da numerosi incidenti e guasti meccanici, che causarono in alcuni casi vittime tra gli equipaggi e concorsero alla loro uscita dal servizio attivo.

Il sommergibile A1 venne affondato il 18 marzo 1904 al largo di Portsmouth in seguito ad una collisione con la nave da trasporto Berwick Castle. Recuperato, ritornò in servizio fino a quando, nel 1911, venne affondato in qualità di bersaglio per le esercitazioni, seguito un anno dopo dall'A3. L'A7 andò perso nel 1914 nella baia di Whitsand dopo essersi incagliato nel fango del fondale. L'A13 fu invece smantellato nel 1914 a causa di gravi problemi con l'apparato motore.

I rimanenti sommergibili vennero impiegati dalla Royal Navy durante la prima guerra mondiale per difendere i porti di Portsmouth (A2, A4, A5 e A6), Devonport (A8 e A9) e Ardrossan (A10, A11 e A12). Tutti sopravvissero alla guerra e vennero assegnati a compiti di addestramento nel 1918, per poi essere venduti nel biennio 1919-1920. Fa eccezione l'A2 che venne demolito e infine venduto nel 1925.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ La classe A e i suoi sommergibili su MaritimeQuest.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Kenneth Poolman, Sottomarini Alleati della seconda guerra mondiale, La Spezia, Fratelli Melita Editori, 1993, ISBN non esistente.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]