Clark Art Institute

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Coordinate: 42°42′28″N 73°12′49″W / 42.707778°N 73.213611°W42.707778; -73.213611

Clark Art Institute
Clark Art Institute, Williamstown, MA - main entrance.JPG
Tipo arte
Fondatori Robert Sterling Clark
Indirizzo Williamstown (Massachusetts), Stati Uniti
Sito (EN) Sito ufficiale

Lo Sterling & Francine Clark Art Institute, spesso indicato semplicemente come Clark Art Institute o The Clark, è un museo situato a Williamstown (Massachusetts), Stati Uniti. Con il Massachusetts Museum of Contemporary Art (MassMoCA) e il Williams College Museum of Art (WCMA) forma un trio dei più significativi musei d'arte e centri di ricerca a nord di The Berkshires.

Storia[modifica | modifica sorgente]

"The Clark" venne creato dall'imprenditore, esploratore e collezionista d'arte Robert Sterling Clark, assistito dalla moglie Francine. Robert, dopo aver vissuto nell'Estremo Oriente, si stabilì a Parigi nel 1911 dove, grazie alla cospicua eredità che ebbe dal nonno (una figura importante nelle industrie di macchine da cucire Singer), iniziò a collezionare opere d'arte che allora circolavano in quello che è considerato un periodo d'oro del mercato antiquario. Nel 1919 sposò Francine che lo aiutò nella sua passione.

I Clark si concentrarono inizialmente soprattutto sulla pittura antica italiana, olandese e fiamminga. In seguito si interessarono anche di artisti più moderni, come gli Impressionisti e i pittori della scuola di Barbizon (soprattutto John Singer Sargent, Edgar Degas, Winslow Homer e Pierre-Auguste Renoir), che divennero il loro interesse principale a partire dagli anni venti.

Renoir, La bagnante bionda
Piero della Francesca, Madonna col Bambino e quattro angeli

Nel corso di trentacinque anni di collezionismo misero su una raccolta di opere d'arte di eccezionale consistenza, qualità e ampiezza. Oltre a opere di pittura e scultura possedevano porcellano, argenti, stampe e disegni databili dal XIV al XIX secolo. La coppia nel frattempo si era stabilita a New York.

Nel corso degli anni quaranta i Clark iniziarono a preoccuparsi della salvaguardia della loro collezione. I loro piani prevedevano inizialmente la donatone al Metropolitan Museum, ma all'epoca il grande museo veniva considerato un possibile bersaglio di raid aerei nemici, per cui essi iniziarono a cercare un sito in un'area rurale, nello stato di New York o nel Massachusetts, dove fondare un museo interamente dedicato alle loro collezioni. Nel 1949 scelsero Williamstown, sede del Williams College e del Williams College Museum of Art, che già il padre e il nonno di Robert Clark avevano sovvenzionato. Così venne siglato un accordo il 15 marzo 1950 e dopo cinque anni, il 17 maggio 1955, l'Istituto venne aperto al pubblico.

Il museo oggi[modifica | modifica sorgente]

Dall'apertura il Museo ha continuato ad accrescere le proprie collezioni, concentrandosi in alcuni periodi su specifici settori dell'arte, come di recente la storia della fotografia. Oggi è rinomato soprattutto per il nucleo di opere dell'impressionismo, soprattutto i dipinti di Renoir, e la collezione di argenti inglesi e americani.

Nel giugno 2008 il museo e il campus si sono espansi con l'aggiunta dello Stone Hill Center, un'ala di circa tremila metri quadri disegnata da Tadao Ando.

The Clarks offre un'ampia gamma di servizi e programmi educativi, è dotato di un centro di conservazione per le opere d'arte e di una biblioteca specializzata, ed organizza regolarmente lezioni, conferenze e programmi di arti performative.

Opere principali[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]