Clan Chosokabe

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.
L'emblema (mon) del clan

Il clan Chōsokabe (長宗我部氏,-shi?), noto anche come Chōsokame (長曾我), fu un potente clan di samurai del Giappone durante l'epoca Sengoku e dominò principalmente nell'isola di Shikoku.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La tradizione li riteneva discendenti dell'imperatore cinese Qin Shi Huang ma la famiglia si affermò nel secolo XII ottenendo il rango di Jitô (vice amministratori) della provincia di Tosa. Dal XV secolo furono poi vassalli del clan Ichijô, che era stanziato nella parte sud-occidentale dell'isola di Shikoku.

L'ascesa del clan si deve a Chôsokabe Motochika che riuscì ad imporsi su tutta l'isola di Shikoku nel 1584 sconfiggendo i suoi rivali.

Purtroppo la campagna di Toyotomi Hideyoshi (1585-1586) li sconfisse ed infine il clan perse i suoi domini dopo la battaglia di Sekigahara (1600).

Albero genealogico[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Yamamoto Takeshi, Chôsokabe Motochika (长宗我部元亲), Giappone, 1960
  • Stephen Turnbull, I guerrieri samurai, Trezzano S/N, Italia, Fratelli Melita Editore, 1991.
  • Stephen Turnbull, Le battaglie dei samurai, Trezzano S/N, Italia, Fratelli Melita Editore, 1991.
Giappone Portale Giappone: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Giappone