Cittavecchia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Cittavecchia
comune
(HR) Stari Grad
Cittavecchia – Veduta
Localizzazione
Stato Croazia Croazia
Regione HRV Split-Dalmatia County COA.svg Spalatino-dalmata
Amministrazione
Sindaco Visko Haladić
Territorio
Coordinate 43°11′N 16°35′E / 43.183333°N 16.583333°E43.183333; 16.583333 (Cittavecchia)Coordinate: 43°11′N 16°35′E / 43.183333°N 16.583333°E43.183333; 16.583333 (Cittavecchia)
Altitudine m s.l.m.
Superficie 52,59 km²
Abitanti 2 686 (31-03-2011, Censimento 2011)
Densità 51,07 ab./km²
Altre informazioni
Lingue croato
Cod. postale 21460
Prefisso (+385) 021
Fuso orario UTC+1
Targa ST
Patrono San Rocco
Cartografia
Mappa di localizzazione: Croazia
Cittavecchia
Cittavecchia
Sito istituzionale

Cittavecchia[1][2], detta anche Cittavecchia di Lesina (in croato Stari Grad e nel vernacolare Paiz), è una città di 2.686 abitanti della Croazia appartenente alla regione spalatino-dalmata[3].

Il patrono della città è san Rocco.

Geografia fisica[modifica | modifica wikitesto]

Cittavecchia è situata lungo la costa occidentale dell'isola di Lesina in Dalmazia.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Fondata da coloni greci nel 384 a.C. col nome di Pharos, la città risulta attestata col nome latino di Civitas Vetus dal 1205. Il toponimo italiano e quello croato (che significa "vecchia città") non fanno che riprendere tale denominazione.

Monumenti e luoghi d'interesse[modifica | modifica wikitesto]

Flag of UNESCO.svg Bene protetto dall'UNESCO
UNESCO World Heritage Site logo.svg Patrimonio dell'umanità
Piana di Cittavecchia
(EN) Stari Grad Plain
Tipo Culturali
Criterio (i) (ii) (iii) (v)
Pericolo Non in pericolo
Riconosciuto dal 2008
Scheda UNESCO (EN) Scheda
(FR) Scheda

A partire dal 2008, l'UNESCO ha inserito la piana di Cittavecchia tra i patrimoni dell'umanità[4]. La sua iscrizione è dovuta al fatto che è praticamente rimasta invariata rispetto a come appariva nel IV secolo a.C., quando venne colonizzata dai Greci ioni. La pianura è da sempre famosa per le coltivazioni di uva ed olive. Il sito è classificato tra quelli di importanza culturale a causa degli antichi muri in pietra, e mostra un sistema di lottizzazione usato dai Greci (chora)[5].

Palazzo Ettoreo[modifica | modifica wikitesto]

Tra i monumenti nella città, si segnala il palazzo Ettoreo[6] (kaštel Tvrdalj), ovvero il fortino, una villa fortificata edificata dal poeta rinascimentale Pietro Ettoreo, celebre per il poema La pesca e i discorsi con i pescatori (Ribanye i ribarscho prigovaranye, scritto in croato čakavo, dove il poeta stesso si dichiara essere Petre Hektorović: "sloxeno po Petretu Hectorovichiu Hvaraninu", mentre nel suo testamento scritto in italiano dichiara di chiamarsi Piero Hettoreo: "Testamento de mì Piero Hettoreo scritto di mia propria mano in carte no. 14..."). La caratteristica principale del palazzo Ettoreo è la peschiera, una vasca in cui affluisce l'acqua di mare e dove nuotano sempre decine di cefali. Accanto alla peschiera si trova il "giardino leggiadro", citato nel poema Ribanje. Sulla pietra della villa sono riportate varie incisioni in lingua latina. In particolare, sopra la latrina all'ingresso è riportata la frase "Si te nosti cur superbis" (Se conosci te stesso, perché sei superbo?).

Società[modifica | modifica wikitesto]

Evoluzione demografica[modifica | modifica wikitesto]

Secondo il censimento del 2001, il comune di Cittavecchia aveva 2817 abitanti[7]. Con riferimento al solo capoluogo del comune, Cittavecchia con i suoi 1.189 abitanti costituisce, dopo il capoluogo dell'isola Lesina e la città di Gelsa, la terza città dell'isola per popolazione.

Etnie e minoranze straniere[modifica | modifica wikitesto]

La composizione etnica dichiarata era la seguente[8]:

  • croati 95,88%
  • non dichiarati 1,28%
  • serbi 0,71%
  • albanesi 0,46%
  • cechi 0,28%
  • altri

Lingue e dialetti[modifica | modifica wikitesto]

Nel censimento austriaco del 1900, l'intero comune di Cittavecchia (comprensivo delle frazioni di Dol, Rudine e Selza) contava 4.584 abitanti, di cui 4.394 (95,9%) di lingua serbocroata e 169 (3,86%) di lingua italiana, questi ultimi tutti residenti nel capoluogo. Analizzando i dati per frazione, le percentuali cambiano di poco: Cittavecchia capoluogo contava 3.120 abitanti, di cui 2.930 (93,9%) di lingua serbocroata e 169 (5,4%) di lingua italiana; nelle rimanenti tre frazioni la presenza serbocroata era di rispettivamente 942, 337 e 185 abitanti, 100% di lingua serbocroata[9].

Persone legate a Cittavecchia[modifica | modifica wikitesto]

  • Pietro Ettoreo (Petar Hektorović) (1487-1572), autore del poema Ribanja i ribarskog prigovaranja (La pesca e i discorsi con i pescatori)
  • Giovanni Soglian (1901-1943), docente e linguista

Geografia antropica[modifica | modifica wikitesto]

Il porto di Cittavecchia

Località[modifica | modifica wikitesto]

Il Comune di Cittavecchia è costituito da 6 insediamenti (naselja), di seguito elencate. Tra parentesi il nome in lingua italiana, a volte desueto.

  • Dol (Val Sant'Anna)
  • Rudina (Castelbianchini)
  • Selca Kod Starog Grada (Selza[10] di Cittavecchia)
  • Stari Grad (Cittavecchia di Lésina)
  • Svirče (Sfirze[11] o Sfirza)
  • Vrbanj (Verbagno[12])

Amministrazione[modifica | modifica wikitesto]

Gemellaggi[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Dario Alberi, Dalmazia. Storia, arte, cultura, Lint Editoriale, Trebaseleghe (PD) 2008, pp. 1325-1335.
  2. ^ Cfr. a p. 264 in Istituto Idrografico della Marina Portolano del Mediterraneo, volume 6, Adriatico Orientale (edizione 1994, nuova tiratura febbraio 2002), Genova. (Pubblicazione annessa alla cartografia ufficiale dello Stato - legge 2 febbraio 1960, n. 68).
  3. ^ (EN) Lenore Zann, Croatia: Journey to my ancestral home in The Chronicle-Herald (Halifax), 30 gennaio 2015. URL consultato il 1º febbraio 2015.
  4. ^ Iscrizione tra i patrimoni dell'umanità
  5. ^ Scheda UNESCO
  6. ^ Dario Alberi, Dalmazia. Storia, arte, cultura, Lint Editoriale, Trebaseleghe (PD) 2008, p. 1331.
  7. ^ Državni zavod za statistiku Stanovništvo prema narodnosti, po gradovima/općinama, popis 2001.
  8. ^ Državni zavod za statistiku Stanovništvo prema narodnosti, po gradovima/općinama, popis 2001.
  9. ^ Gemeindelexikon der im Reichsrate vertretenen Königreiche und Länder. Bearbeitet auf Grund der Volkszählung vom 31. Dezember 1900 - XIV - Dalmatien, ed. K. K. Staats- und Hofdruckerei, Vienna 1908.
  10. ^ Dario Alberi, Dalmazia. Storia, arte, cultura, Lint Editoriale, Trebaseleghe (PD) 2008, p. 1334.
  11. ^ Dario Alberi, Dalmazia. Storia, arte, cultura, Lint Editoriale, Trebaseleghe (PD) 2008, pp. 1343.
  12. ^ Dario Alberi, Dalmazia. Storia, arte, cultura, Lint Editoriale, Trebaseleghe (PD) 2008, pp. 1341-1345.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]