Cittadinanza svizzera

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Coat of Arms of Switzerland (Pantone).svg

La cittadinanza svizzera è lo stato di chi è cittadino svizzero e può essere ottenuta per nascita, matrimonio e naturalizzazione.

La legge svizzera per la cittadinanza è basata sui seguenti principi:

  • triplo livello di cittadinanza (confederazione, cantone e comune)
  • acquisizione della cittadinanza per discendenza (ius sanguinis)
  • prevenzione dell'apolidia.

Ogni svizzero è cittadino del comune o luogo d'origine, del cantone d'origine e della confederazione, in quest'ordine: ha la cittadinanza svizzera chi possiede una cittadinanza comunale e la cittadinanza di un cantone (legge 37 della costituzione federale della Confederazione Svizzera). Egli entra nel registro famigliare del suo luogo d'origine. Il luogo d'origine è il luogo di dove la famiglia (solitamente il padre) è originaria. Non è da confondersi col luogo di nascita. Il luogo d'origine non coincide necessariamente col luogo di nascita.

Requisiti per la cittadinanza[modifica | modifica sorgente]

Una persona è cittadina svizzera per nascita (che sia nata in Svizzera o no) se è:

  • nata da padre o madre svizzero, se i genitori sono sposati
  • nata da madre svizzera, se i genitori non sono sposati.

Se i genitori si sposano dopo la nascita del figlio e solo il padre è svizzero, il figlio prende la cittadinanza svizzera al matrimonio dei genitori.

Ci sono delle eccezioni se solo la madre è svizzera ed ha acquisito la cittadinanza in base ad un precedente matrimonio con un cittadino svizzero.

Lo ius soli non esiste in Svizzera, perciò la nascita in territorio svizzero non conferisce la cittadinanza svizzera al bambino

Matrimonio (naturalizzazione facilitata)[modifica | modifica sorgente]

Una persona sposata con un cittadino svizzero può far domanda per la cittadinanza svizzera per facilitare la naturalizzazione dopo aver vissuto in Svizzera per 5 anni ed essere sposati da almeno 3 anni. Non è richiesto alcun esame di lingua, comunque deve dimostrare:

  • di essersi integrato con la vita in svizzera,
  • di essere conforme alla legge svizzera
  • di non costituire pericolo per la sicurezza interna od esterna della Svizzera.

I figli nati da precedenti relazioni prendono la cittadinanza insieme al compagno. Ciò non avviene quando la coppia è formata da persone dello stesso sesso.

È anche possibile per il coniuge di un cittadino svizzero farne richiesta per facilitare la naturalizzazione, pur risiedendo all'estero, dopo:

  • sei anni di matrimonio col cittadino svizzero ed
  • aver legami stretti con la Svizzera.

Il coniuge che acquista la cittadinanza svizzera per facilitare la naturalizzazione prende la cittadinanza del comune e del cantone del compagno.

Naturalizzazione[modifica | modifica sorgente]

La cittadinanza svizzera può essere ottenuta da un residente permanente che abbia vissuto in Svizzera per almeno 12 anni (gli anni trascorsi in Svizzera tra il 10° ed il 20º anno d'età sono contati doppiamente) ed abbia vissuto nella nazione per gli ultimi 3 o 5 anni prima della richiesta della cittadinanza. Bisogna inoltre parlare fluentemente almeno una delle lingue nazionali, quindi in tedesco (preferibilmente svizzero tedesco), francese, italiano o romancio (dipende dal comune) e dimostrare:

  • di essersi integrato con la vita in Svizzera,
  • familiarità con le abitudini, i costumi e le tradizioni svizzere,
  • di essere conforme alla legge svizzera
  • di non costituire pericolo per la sicurezza interna od esterna della Svizzera.

I cantoni ed i comuni impongono la residenza ed i loro altri requisiti che possono essere anche più severi di quelli imposti dalla confederazione.

Naturalizzazione semplificata[modifica | modifica sorgente]

Certe categorie di non svizzeri possono far domanda per la naturalizzazione semplificata. Tra queste:

  • le donne che hanno perso la cittadinanza svizzera sposandosi con un cittadino non svizzero
  • i bambini nati da madri svizzere che hanno acquistato loro stesse la cittadinanza svizzera in base ad un precedente matrimonio
  • le persone nate prima del 1º luglio 1985 le cui madri hanno acquisito la cittadinanza svizzera per discendenza, adozione o naturalizzazione
  • i bambini le cui madri hanno acquisito la cittadinanza svizzera col matrimonio.

Tutte queste categorie hanno delle condizioni aggiuntive per ottenere la cittadinanza. Normalmente il richiedente ottiene la cittadinanza del comune e del cantone della madre o della sposa.

Triplo livello di cittadinanza[modifica | modifica sorgente]

Ogni comune in Svizzera tiene il proprio registro dei cittadini, che è separato dal registro delle persone che vivono nel comune. Molti cittadini svizzeri non vivono nel comune che è il loro luogo d'origine; perciò spesso è richiesto loro dal comune dove vivono un certificato di cittadinanza (atto d'origine/Heimatschein/acte d'origine) del loro luogo d'origine. In pratica non c'è differenza di diritti e doveri tra cittadini di diversi comuni, eccetto il lavoro d'ufficio extra che deve essere sbrigato.

Cittadinanza multipla[modifica | modifica sorgente]

A causa del fatto che uno è cittadino di un comune piuttosto che cittadino dello stato, ci sono due forme di nazionalità multipla: la nazionalità multipla intercomunale, ad esempio per chi è cittadino di Ginevra (GE) e di Meyrin (GE), e la nazionalità multipla internazionale, per chi è cittadino di Svizzera ed Italia. Nei passaporti e le carte d'identità svizzere tutti i comuni sono elencati, ma si ha solo un passaporto ed una carta d'identità per la nazionalità intercomunale.

Cittadinanza multipla internazionale[modifica | modifica sorgente]

In accordo con l'Ufficio Federale per la Migrazione, non ci sono restrizioni alla cittadinanza multipla in Svizzera dal 1º gennaio 1992, ciò significa che gli stranieri che acquisiscono la cittadinanza svizzera od i cittadini svizzeri che volontariamente prendono un'altra cittadinanza, non perdono automaticamente la cittadinanza precedente, come invece accadeva prima di questa data. Ovviamente la cittadinanza non svizzera può ancora essere persa se la legge dell'altra nazione non riconosce la doppia cittadinanza. Una stima del 60% dei cittadini svizzeri che vivevano all'estero nel 1998 avevano la doppia cittadinanza.

Da quando molti diritti di nazionalità, ora permettano che entrambi i genitori trasmettano la loro nazionalità ai figli[non chiaro] (e non solo il padre, come accadeva quasi sempre in passato), molti bambini acquisiscono alla nascita la doppia cittadinanza. Ciò è particolarmente frequente in Svizzera da quando un'alta percentuale della popolazione ha un passaporto straniero (più del 54% a Ginevra). Comunque l'Ufficio Federale per la Migrazione fa notare che da ciò non è derivato in nessun problema concreto. Il servizio militare, il più probabile problema che si presenta, è fatto di solito nella nazione dove la persona risiede al momento dell'arruolamento.

Dopo due referendum legislativi respinti per facilitare la naturalizzazione nel settembre 2004, alcuni degli oppositori (in particolare dell'Unione Democratica di Centro) proposero di tornare alla situazione anteriore al 1992, dove la doppia cittadinanza era vietata; al novembre 2005 a questa proposta non è seguito nessun progetto formale.

Discussioni sulla cittadinanza svizzera[modifica | modifica sorgente]

Il diritto di cittadinanza svizzera è stato largamente discusso durante gli anni. In confronto agli altri diritti di nazionalità, l'accesso alla cittadinanza svizzera è molto stretto e diverse modifiche sono state proposte nel corso degli anni, per allargare l'accesso. Quelle che sono state votate nei referendum del 1983, 1994 e 2003 sono state tutte respinte. In particolare durante il referendum del settembre 2004 i votanti svizzeri hanno respinto le proposte che volevano:

  • dare alle persone nate in Svizzera e residenti lì da molto tempo con età tra 14 e 24 anni il diritto di richiedere la naturalizzazione facilitata (che evita i requisiti di cantoni e comuni)
  • conferire la cittadinanza Svizzera automatica alle persone nate in Svizzera con un genitore anche nato in Svizzera.

I cantoni di lingua francese ad ovest (Romandia) erano in generale favorevoli al cambio, mentre i cantoni di lingua tedesca ad est (Svizzera tedesca) ed i cantoni di lingua italiana a sud (Ticino e Grigioni) votarono contro. La campagna attorno questi referendum era controversa e si accusò di fare annunci politici razziali.

Mentre i requisiti minimi per ottenere la cittadinanza svizzera per naturalizzazione sono posti a livello federale, i cantoni ed i comuni svizzeri sono liberi di introdurre requisiti più stretti, con alcuni comuni che hanno perfino deciso di non permettere nessuna naturalizzazione nei loro territori. Nel 1999 il comune di Emmen ed il Canton Lucerna iniziarono ad usare i referendum popolari per decidere l'esito delle richieste di naturalizzazione, ma tale pratica fu decretata incostituzionale dal Tribunale federale svizzero nel luglio 2003.

Diritti e doveri dei cittadini svizzeri[modifica | modifica sorgente]

Tutti i cittadini svizzeri sono:

  • aventi diritto al voto nelle elezioni politiche al di sopra dei 18 anni d'età;
  • aventi diritto ad intraprendere la carriera politica;
  • aventi diritto ad avviare una petizione od un'iniziativa del cittadino per un referendum;
  • aventi diritto ad ottenere un passaporto svizzero;
  • aventi diritto a non uscire dai confini della Svizzera;
  • obbligati ad eseguire il servizio militare (solo gli uomini).

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]