Cisterna d'Asti

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
bussola Disambiguazione – Se stai cercando il vino DOC piemontese, vedi Cisterna d'Asti (vino).
Cisterna d'Asti
comune
Cisterna d'Asti – Stemma Cisterna d'Asti – Bandiera
Localizzazione
Stato Italia Italia
Regione Regione-Piemonte-Stemma.svg Piemonte
Provincia Provincia di Asti-Stemma.png Asti
Amministrazione
Sindaco Renzo Peletto (lista civica Cisterna) dall'08/06/2009
Data di istituzione 26/05/2014 (secondo mandato)
Territorio
Coordinate 44°49′38″N 8°00′07″E / 44.827222°N 8.001944°E44.827222; 8.001944 (Cisterna d'Asti)Coordinate: 44°49′38″N 8°00′07″E / 44.827222°N 8.001944°E44.827222; 8.001944 (Cisterna d'Asti)
Altitudine 350 m s.l.m.
Superficie 10,73 km²
Abitanti 1 317[1] (31-12-2010)
Densità 122,74 ab./km²
Frazioni San Matteo, Saretto, Scaglia, Valmellana, Valzeglio
Comuni confinanti Canale (CN), Ferrere, Montà (CN), San Damiano d'Asti
Altre informazioni
Cod. postale 14010
Prefisso 0141
Fuso orario UTC+1
Codice ISTAT 005040
Cod. catastale C739
Targa AT
Cl. sismica zona 4 (sismicità molto bassa)
Nome abitanti cisternesi
Patrono Madonna del Rosario
Giorno festivo 4 ottobre
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Cisterna d'Asti
Mappa di localizzazione del comune di Cisterna d'Asti nella provincia di Asti
Mappa di localizzazione del comune di Cisterna d'Asti nella provincia di Asti
Sito istituzionale

Cisterna d'Asti (Sisterna in piemontese) è un comune italiano di 1.317 abitanti della provincia di Asti, al confine con la provincia di Cuneo.

Il Castello[modifica | modifica wikitesto]

Il Castello sorge sulla sommità del colle e da recinto fortificato, citato in un documento del 911, si è trasformato, in epoca barocca, in residenza nobiliare di campagna.

L'organizzazione di una cerchia doppia di recinti, anche se non ancora fortificati con bastioni in mattoni, risale all'XI - XII secolo.

Il primo recinto racchiudeva una vasta area non accessibile e con pareti strapiombanti mentre il secondo, di forma pressoché quadrata, occupava la cima del colle e nel suo interno venne ricavata la cisterna di raccolta ancora esistente, a cui si deve il nome stesso della località.

La torre, elevantesi sullo spigolo orientale del castello, costituisce la fase successiva e sembra poter essere datata al XIII secolo. In origine doveva svolgere la funzione di avvistamento, di segnalazione ed ultimo rifugio durante le incursioni nemiche ed avere lo scopo simbolico di manifestare il potere ed il prestigio della famiglia feudale che la eresse.

Non si hanno testimonianze per quanto riguarda il XIV e XV secolo, tranne l'arco ogivale (scoperto durante i lavori di restauro del 1985) sulla muratura esterna sud-occidentale. Oggi appare con l'impianto settecentesco, quando venne rafforzato a cura di Giacomo Del Pozzo, della famiglia omonima.[2]
Nel 1784 il Castello passò di proprietà ai Savoia.
Nel 1912 il Castello venne infine donato al Comune.

La struttura fortificata domina il paesaggio collinare e vanta una cinta muraria imponente: vi si accede attraverso un antico arco sul quale si nota ancora lo stemma di Papa Innocenzo XII, a ricordo dell'alta signoria esercitata dalla Chiesa nel passato del paese.[3]

Il Castello ospita oggi il Museo di Arti e Mestieri di un Tempo [4], fondato nel 1980 da un gruppo di volontari, raccoglie circa 4.000 oggetti di epoca compresi tra il Seicento e il Novecento, testimonianza della cultura artigiana e contadina del Piemonte.
Il maniero fa parte del sistema dei "Castelli Aperti" del Basso Piemonte.

Fra i titoli nobiliari che competono ad Amedeo di Savoia-Aosta vi è quello di principe della Cisterna.

Amministrazione[modifica | modifica wikitesto]

Sindaco è Renzo Peletto, rieletto per il secondo mandato il 25/05/2014, a capo di una lista civica.

Evoluzione demografica[modifica | modifica wikitesto]

Abitanti censiti[5]

Etnie e minoranze straniere[modifica | modifica wikitesto]

Secondo i dati ISTAT al 31 dicembre 2010 la popolazione straniera residente era di 171 persone. Le nazionalità maggiormente rappresentate in base alla loro percentuale sul totale della popolazione residente erano:

  1. Romania Romania, 79 (6,00%)
  2. Macedonia Macedonia, 50 (3,80%)
  3. Marocco Marocco, 19 (1,44%)

Cultura[modifica | modifica wikitesto]

Persone legate a Cisterna d'Asti[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Dato Istat - Popolazione residente al 31 dicembre 2010.
  2. ^ http://www.comune.cisterna.at.it/
  3. ^ http://www.comune.cisterna.at.it/
  4. ^ http://www.museoartiemestieri.it/nuovo/index.php
  5. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Piemonte Portale Piemonte: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Piemonte