Cismon del Grappa

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Cismon del Grappa
comune
Cismon del Grappa – Stemma
Localizzazione
Stato Italia Italia
Regione Veneto-Stemma.png Veneto
Provincia Provincia di Vicenza-Stemma.png Vicenza
Amministrazione
Sindaco Luca Ferrazzoli (lista civica) dal 16.6.2009
Territorio
Coordinate 45°55′00″N 11°44′00″E / 45.916667°N 11.733333°E45.916667; 11.733333 (Cismon del Grappa)Coordinate: 45°55′00″N 11°44′00″E / 45.916667°N 11.733333°E45.916667; 11.733333 (Cismon del Grappa)
Altitudine 190 m s.l.m.
Superficie 34,68 km²
Abitanti 976[2] (31-12-2010)
Densità 28,14 ab./km²
Frazioni Corlo, Fastro Bassanese, Primolano[1]
Comuni confinanti Arsiè (BL), Borso del Grappa (TV), Crespano del Grappa (TV), Enego, Grigno (TN), Paderno del Grappa (TV), Pove del Grappa, San Nazario, Seren del Grappa (BL), Valstagna
Altre informazioni
Cod. postale 36020
Prefisso 0424
Fuso orario UTC+1
Codice ISTAT 024031
Cod. catastale C734
Targa VI
Cl. sismica zona 3 (sismicità bassa)
Cl. climatica zona E, 2 691 GG[3]
Nome abitanti cismonesi
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Cismon del Grappa
Posizione del comune di Cismon del Grappa all'interno della provincia di Vicenza
Posizione del comune di Cismon del Grappa all'interno della provincia di Vicenza
Sito istituzionale

Cismon del Grappa (Cismon /ciz'moŋ/ in veneto) è un comune italiano della provincia di Vicenza, in Veneto, situato nella parte nord della valle Canale di Brenta al confine con la Valsugana.

Storia[modifica | modifica sorgente]

Cismon è tra le località coinvolte nelle vicende che, tra l'XI secolo e il XIII secolo, videro come protagonista la potente famiglia degli Ezzelini. Il toponimo è citato nel computo delle molte proprietà della casata, stilato dopo la sua sconfitta avvenuta nel 1260.

Nella notte del 7 giugno 1944 avvenne il sabotaggio del Tombion da parte di un gruppo di partigiani della brigata "Antonio Gramsci", comandata dal Paride Brunetti. Fu utilizzato tutto l'ingente quantitativo di esplosivo contenuto nel Forte Tombion per far esplodere l'omonima galleria della ferrovia Bassano del Grappa - Trento per creare difficoltà all'esercito del Terzo Reich.

Frazioni[modifica | modifica sorgente]

Primolano, di circa 250 abitanti, è posta sulla riva sinistra del fiume Brenta, a circa 6 km da Cismon, in direzione di Trento, sul tracciato della SS 47. È l'ultima frazione veneta del Canale di Brenta e confina con la provincia di Trento (inizio della Valsugana) e con quella di Belluno, attraverso la borgata di Fastro Bassanese e la frazione di Fastro del comune di Arsiè. La vecchia strada stradale di collegamento tra Primolano e Arsiè attraversa la fortificazione della cosiddetta "Scala", che segnava il confine della Repubblica Veneta. L'omonima parrocchia nel 1818 fu staccata dalla diocesi di Feltre e aggregata alla diocesi di Padova, cui appartiene tuttora. Il santo patrono è san Rocco.

A Primolano si trova una stazione ferroviaria che dal 1910 (anno dell'inaugurazione) al 1915 funzionò come stazione internazionale, ruolo che ne ha determinato le generose dimensioni.

Torrente Cismon[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Cismon.

A Cismon sfocia sul fiume Brenta il torrente omonimo. Un vecchio detto del luogo afferma che "el Brenta non saria Brenta se el Cismon non ghe desse na penta", ossia "il Brenta non sarebbe il Brenta se il Cismon non gli desse una spinta" ovvero la portata dell'acqua del fiume Brenta, secondo tale detto popolare, diventerebbe significativa solo grazie al contributo del torrente.

Amministrazione[modifica | modifica sorgente]

Gemellaggi[modifica | modifica sorgente]

Un pezzo di storia lega il comune di Cismon del Grappa a quello di Giarre, in provincia di Catania. Una storia che risale al primo conflitto mondiale, tra il 1917 e il 1919, quando un centinaio di abitanti della cittadina veneta occupata dagli austriaci dopo la disfatta di Caporetto trovarono rifugio ed ospitalità nella città di Giarre, portandovi al contempo il simulacro della Madonna del Pedancino, protettrice del Val Brenta e patrona della comunità vicentina, ove rimase fino al 17 giugno 1919 custodito nella chiesa del Convento di Via Sacerdote Sebastiano Lisi, divenuta il loro luogo di culto. Tra giarresi e cismonesi è rimasto sempre vivo quel vincolo affettivo derivato dalla storia che, nel corso degli anni, si è consolidato. Un’autentica amicizia sfociata, poi, nel 1969, nel gemellaggio ufficiale tra i due Comuni e che testimonia un legame reale e indissolubile fondato sui valori dell’unità nazionale. Nel giugno dell'anno 2010, in occasione dei vicini festeggiamenti per il 150º anniversario dell'Unità d'Italia, il primo cittadino di Cismon del Grappa, Luca Ferrazzoli, accompagnato da una delegazione cittadina si è recato in visita alla città di Giarre dove è stato cordialmente accolto dall'amministrazione comunale per ricordare l'importanza che assume questo gemellaggio, poiché rappresenta la testimonianza di vera e sincera fratellanza in occasione di un evento tragico come la guerra.

Evoluzione demografica[modifica | modifica sorgente]

Abitanti censiti[4]

Stazione ferroviaria di Primolano

Variazioni[modifica | modifica sorgente]

La denominazione del comune fino al 1927 era Cismon.[5]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Comune di Cismon del Grappa - Statuto.
  2. ^ Dato Istat - Popolazione residente al 31 dicembre 2010.
  3. ^ Tabella dei gradi/giorno dei Comuni italiani raggruppati per Regione e Provincia (PDF) in Legge 26 agosto 1993, n. 412, allegato A, Ente per le Nuove Tecnologie, l'Energia e l'Ambiente, 1 marzo 2011, p. 151. URL consultato il 25 aprile 2012.
  4. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.
  5. ^ Fonte: ISTAT - Unità amministrative, variazioni territoriali e di nome dal 1861 al 2000 - ISBN 88-458-0574-3