Cirrhitidae

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Cirrhitidae
Paracirrhites forsteri 3.jpg
Paracirrhites forsteri
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Subphylum Vertebrata
Infraphylum Gnathostomata
Superclasse Osteichthyes
Classe Actinopterygii
Infraclasse Teleostei
Superordine Acanthopterygii
Ordine Perciformes
Famiglia Cirrhitidae
Generi

vedi testo

Cirrhitidae è una famiglia di pesci ossei marini appartenenti all'ordine Perciformes.

Distribuzione e habitat[modifica | modifica wikitesto]

Sono presenti in tutte le aree tropicali degli oceani e sono particolarmente frequenti nell'Oceano Indiano e dell'Oceano Pacifico occidentale. Sono completamente assenti dal mar Mediterraneo e da tutti i mari europei.

Fanno vita bentonica in genere su fondali duri poco profondi. Sono molto comuni nelle barriere coralline.

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Hanno un aspetto che si può descrivere come intermedio tra i Labridae e gli Scorpaenidae. Hanno testa, occhi e bocca moderatamente grandi. In alcune specie il muso può essere allungato. La pinna dorsale ha 10 raggi spinosi. Le pinne pettorali sono caratteristiche: i raggi inferiori di queste pinne sono allungati e rigidi. La pinna caudale è in genere tronca o arrotondata.

La colorazione spesso è vivace, in alcune specie però può essere mimetica.

Cirrhitus rivulatus raggiunge i 60 cm ma di solito le misure sono inferiori, spesso minori di 10 cm.

Biologia[modifica | modifica wikitesto]

Alimentazione[modifica | modifica wikitesto]

Si cibano di crostacei e piccoli pesci.

Riproduzione[modifica | modifica wikitesto]

Si tratta di pesci ermafroditi proterogini.

Tassonomia[modifica | modifica wikitesto]

Pesca[modifica | modifica wikitesto]

Di scarsa importanza.

Acquariofilia[modifica | modifica wikitesto]

Sono comuni ospiti degli acquari marini, a cui si adattano molto bene.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]