Cirrhilabrus rhomboidalis

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Cirrhilabrus rhomboidalis
Immagine di Cirrhilabrus rhomboidalis mancante
Stato di conservazione
Status none DD.svg
Dati insufficienti[1]
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Sottoregno Eumetazoa
Ramo Bilateria
Phylum Chordata
Subphylum Vertebrata
Superclasse Gnathostomata
Classe Actinopterygii
Ordine Perciformes
Sottordine Labroidei
Famiglia Labridae
Genere Cirrhilabrus
Specie C. rhomboidalis
Nomenclatura binomiale
Cirrhilabrus rhomboidalis
Randall, 1988

Cirrhilabrus rhomboidalis Randall, 1988 è un pesce d'acqua salata appartenente alla famiglia Labridae[2].

Distribuzione e habitat[modifica | modifica sorgente]

Proviene dalle barriere coralline dell'oceano Pacifico, proviene infatti dalle Isole Marshall e dall'atollo Kwajalein[3]. Vive tra i 35 e i 50 m di profondità, solitamente in zone con fondo sabbioso[1].

Descrizione[modifica | modifica sorgente]

La lunghezza massima registrata per questa specie è di 8,5 cm, ma mediamente i pesci hanno dimensioni intorno ai 6,7[3]. Il corpo è compresso lateralmente, non alto ma piuttosto allungato, mentre la testa ha un profilo leggermente appuntito e gli occhi sono grandi, giallastri od arancioni.

Nonostante durante la vita del pesce la livrea non abbia cambiamenti particolarmente evidenti, gli esemplari giovani si possono distinguere facilmente dai maschi adulti. I primi, infatti, sono prevalentemente giallastri o rosati, e solo sulla testa è presente un'area blu con moltissime piccole macchie gialle irregolari. Nei secondi, questa colorazione è estesa su quasi tutto il corpo, e il blu è più intenso alla base della pinna anale, invece è quasi assente nella parte posteriore del dorso[4].

Le pinne sono trasparenti nei giovani e degli stessi colori del corpo negli adulti. La pinna caudale di questa specie è a forma di rombo, quindi presenta i raggi centrali più allungati di quelli esterni.

Biologia[modifica | modifica sorgente]

Comportamento[modifica | modifica sorgente]

È una specie dal temperamento molto timido[1], e non è facile osservarla.

Alimentazione[modifica | modifica sorgente]

La sua dieta è composta prevalentemente da piccoli invertebrati marini (zooplancton)[5].

Riproduzione[modifica | modifica sorgente]

È oviparo e non ci sono cure nei confronti delle uova. La fecondazione è esterna.

Conservazione[modifica | modifica sorgente]

Questa specie viene classificata come "dati insufficienti" (DD) perché la cattura di questa specie per gli acquari, non monitorata, potrebbe essere una minaccia abbastanza seria[1].

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b c d (EN) Pollard, D., Rocha, L., Sadovy, YJ & Yeeting, B, Cirrhilabrus rhomboidalis in IUCN Red List of Threatened Species, Versione 2014.2, IUCN, 2014.
  2. ^ (EN) Cirrhilabrus rhomboidalis in WoRMS 2014 (World Register of Marine Species).
  3. ^ a b (EN) C. rhomboidalis in FishBase. URL consultato il 15 dicembre 2013.
  4. ^ C. rhomboidalis. URL consultato il 15 dicembre 2013.
  5. ^ C. rhomboidalis, alimentazione. URL consultato il 15 dicembre 2013.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

pesci Portale Pesci: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di pesci