Cirrhilabrus luteovittatus

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Cirrhilabrus luteovittatus
Immagine di Cirrhilabrus luteovittatus mancante
Stato di conservazione
Status iucn3.1 LC it.svg
Rischio minimo[1]
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Sottoregno Eumetazoa
Ramo Bilateria
Phylum Chordata
Subphylum Vertebrata
Superclasse Gnathostomata
Classe Actinopterygii
Ordine Perciformes
Sottordine Labroidei
Famiglia Labridae
Genere Cirrhilabrus
Specie C. luteovittatus
Nomenclatura binomiale
Cirrhilabrus luteovittatus
Randall, 1988

Cirrhilabrus luteovittatus Randall, 1988 è un pesce d'acqua salata appartenente alla famiglia Labridae[2].

Distribuzione e habitat[modifica | modifica wikitesto]

Proviene dalle barriere coralline dell'oceano Pacifico; è stato localizzato dalle Isole Marshall, Pohnpei, Atollo Johnston e Isole Caroline[3]. Nuota tra gli 8 e i 30 m di profondità[1].

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Presenta un corpo mediamente allungato e compresso lateralmente. Gli occhi sono grandi, la testa non è molto appuntita e ha un profilo quasi arrotondato. La lunghezza massima registrata è di 12 cm[3].

I maschi adulti si riconoscono facilmente: a differenza degli esemplari femminili e dei giovani, arancioni-grigiastri o arancioni-rossastri con le pinne trasparenti e il ventre pallido[3], essi sono violacei o rossastri con una fascia orizzontale ampia rosata che attraversa il loro corpo dal peduncolo caudale alla base delle pinne pettorali. Il ventre è azzurro, ma in prossimità della testa diventa viola. La pinna caudale ha il margine arrotondato, la pinna dorsale è giallastra con una striscia verde.

Le femmine di questa specie somigliano agli esemplari femminili di Cirrhilabrus balteatus[4].

Biologia[modifica | modifica wikitesto]

Comportamento[modifica | modifica wikitesto]

Solitamente nuota nelle barriere coralline in banchi di pochi esemplari[3].

Alimentazione[modifica | modifica wikitesto]

La sua dieta è composta principalmente da zooplancton[5].

Conservazione[modifica | modifica wikitesto]

Questa specie, nonostante sia ricercata negli acquari, non è a rischio di estinzione ed è diffusa in diverse aree marine protette, quindi viene classificata come "a rischio minimo" (LC) dalla lista rossa IUCN[1].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c (EN) Rocha L, Cirrhilabrus luteovittatus in IUCN Red List of Threatened Species, Versione 2014.3, IUCN, 2014.
  2. ^ (EN) Cirrhilabrus luteovittatus in WoRMS 2014 (World Register of Marine Species).
  3. ^ a b c d (EN) C. luteovittatus in FishBase. URL consultato il 12 dicembre 2013.
  4. ^ (EN) C. balteatus in FishBase. URL consultato il 14 luglio 2014.
  5. ^ C. luteovittatus, alimentazione. URL consultato il 12 dicembre 2013.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

pesci Portale Pesci: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di pesci