Circumnavigazione

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
La rotta tracciata da Magellano, il primo a circumnavigare il globo

La circumnavigazione di un luogo geografico, come un'isola o un continente o l'intera Terra, è un viaggio compiuto tutto intorno ad esso con mezzi navali. Più recentemente il termine è stato applicato anche ai giri del mondo effettuati con mezzi aerei.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La circumnavigazione è una tecnica che veniva usata nel rinascimento per rifornirsi direttamente dalla fonte delle merci più pregiate e richieste in quell'epoca come oro e spezie. Questa tecnica serviva per far calare il prezzo delle merci che con i numerosi passaggi a catena che si dovevano svolgere tra navi arabe e navi europee era diventato molto alto ma anche per il desiderio cristiano di far diffondere il vangelo tra genti che non conoscevano ancora la parola di Dio. Per mettere in azione questa tecnica però c'era bisogno di attraversare l'oceano ma naturalmente anche il mediterraneo però i movimenti in esso erano gestiti dai Turchi e quindi era pericoloso navigare quella zona, si costruirono quindi le caravelle ma per navigare servivano anche alcuni strumenti di bordo come la bussola, che indicava il nord, l'astrolabio, che permetteva di stabilire la latitudine, e le carte nautiche sempre più esatte. Fu il Portogallo ad organizzare, prima di ogni altro paese europeo, spedizioni marittime nell'Atlantico, lungo le coste occidentali dell'Africa. Le spedizioni portoghesi si spinsero sempre più a sud lungo le coste africane dell'Atlantico, raggiungendo a tappe successive il capo Bojador (1434), il capo Bianco e il golfo di Guinea, esplorato nel 1465 dal genovese Antoniotto Usodimare. Il punto più meridionale del continente africano fu raggiunto nel 1487 dal portoghese Bartolomeo Diaz, che gli diede il nome di capo delle Tempeste. Nel 1497 un altro portoghese Vasco da Gama, partì con quattro piccole navi per raggiungere l'India. Egli ormai conosceva il ritmo dei venti e, doppiato il capo delle Tempeste che ribattezzò capo di Buona Speranza, risalì la costa orientale dell'Africa fino a Mombasa. Di lì, attraverso l'oceano Indiano, raggiunse in ventitré giorni di navigazione il porto di Calicut, in India (1498). La via marittima delle Indie, ossia delle regioni sud-orientali dell'Asia era ormai aperta. La prima circumnavigazione completa della Terra fu la spedizione di Ferdinando Magellano.

Circumnavigazione in solitaria[modifica | modifica wikitesto]

Sono di seguito riportati i più giovani a tentare un giro del mondo in barca in solitaria. Le imprese sono in ordine cronologico.

Nome Porto di partenza - arrivo Giorno
di partenza
Giorno
di arrivo
Durata
(giorni)
Età al
completamento
Tipologia del viaggio Note
Robin Lee Graham Stati Uniti Los Angeles, USA 14 settembre 1965 30 aprile 1970 1689 21 anni e 56 giorni Solitario, con fermate. L'impresa ha ispirato il film The Dove.
Tania Aebi Stati Uniti New York, USA 28 maggio 1985[1] 11 giugno 1987[2] 892 21 anni e 30 giorni Solitario, con fermate. Passeggero a bordo per 80 miglia nautiche.
Brian Caldwell Stati Uniti Honolulu, Hawaii 1º giugno 1995 20 settembre 1996 477 20 anni e 278 giorni Solitario, con fermate. Verso ovest via Canale di Panama.[3][4]
David Dicks Australia Fremantle, Australia 26 febbraio 1996 17 novembre 1996 265 18 anni e 42 giorni Solitario, senza scali, con assistenza.[5]
Jesse Martin Australia Port Phillip, Australia 8 dicembre 1998 31 ottobre 1999 327 18 anni e 66 giorni Solitario, senza scali, senza assistenza.[2] Ufficialmente il più giovane a completare la traversata senza scalo né assistenza
Zac Sunderland Stati Uniti Marina del Rey, California 14 giugno 2008 16 luglio 2009 396 17 anni e 229 giorni Solitario, con fermate e assistenza.[6] Direzione Ovest, via Papua Nuova Guinea, Capo di Buona Speranza, Canale di Panama. Primo minorenne a concludere con successo l'impresa.
Michael Perham Regno Unito Portsmouth, Regno Unito 16 novembre 2008 27 agosto 2009 284 17 anni e 164 giorni Solitario, con fermate e assistenza.[7] Direzione Est, via Canale di Panama.
Jessica Watson Australia Sydney, Australia 18 ottobre 2009 16 maggio 2010 2010[8] n.d. 16 anni e 363 giorni Solitario, senza scali, senza assistenza. Via Capo Horn. Non convalidato[9] De facto la più giovane a completare la traversata senza scalo né assistenza
Laura Dekker Paesi Bassi Gibilterra, Regno Unito 21 agosto 2010.[7][10] 21 gennaio 2012 519 16 anni e 123 giorni Solitario, con fermate e assistenza. Verso ovest. Più giovane in assoluto a completare l'impresa.
Legenda
Primato di precocità per circumnavigazione senza scali e assistenza
Primato di precocità assoluto

Vedi anche: Abby Sunderland

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Around the World in 29 Months, Tania Aebi Blows into New York with a Record Guinness May Not Validate: People.com
  2. ^ a b Lionheart by Jesse Martin
  3. ^ BJ and His Youngest Single-handed Record in holoholo.org: Marine & Ocean Sports News. From NorthWest Yachting Magazine January 1996. URL consultato il 29 gennaio 2010.
  4. ^ Water Ways by Ray Pendleton/BJ Caldwell Updates
  5. ^ Youngest solo circumnavigators in www.worldsailingrecords.com. URL consultato il 29 gennaio 2010.
  6. ^ Zac Sunderland completes solo sail around the world in LA Times, 17 luglio 2009.
  7. ^ a b British teen becomes youngest to sail world solo in Reuters, 27 agosto 2009.
  8. ^ Five Months at Sea and a Chat With Queen Mary 2
  9. ^ Jessica Watson - Youngest to sail solo and unassisted around the world. URL consultato il 15 marzo 2010.
  10. ^ Kids today, all they want to do is sail around the world -- alone in LA Times, 21 agosto 2009.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]