Circonvoluzione temporale trasversa

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Avvertenza
Le informazioni riportate non sono consigli medici e potrebbero non essere accurate. I contenuti hanno solo fine illustrativo e non sostituiscono il parere medico: leggi le avvertenze.


Circonvoluzione temporale trasversa
Gray730.png
Sezione del cervello che mostra la superficie superiore del lobo temporale. (Le "circonvoluzioni temporali trasverse" sono visibili al centro e sinistra)
Human brain view on transverse temporal and insular gyri description.JPG
Vista del cervello umano e delle circonvoluzioni temporali trasverse e insulari (le circonvoluzioni temporali trasverse sono indicate con il numero 4)
Anatomia del Gray subject #189 824
Nome latino Gyri temporales transversi
Sistema Sistema nervoso centrale
Parte di Lobo temporale
Componenti Corteccia uditiva primaria
Arteria Arteria cerebrale media
NeuroNames ancil-655

Le circonvoluzioni temporali trasverse (conosciute anche con il nome di circonvoluzioni di Heschl o convoluzioni temporali trasverse di Heschl dal nome dell'anatomista austriaco Richard Ladislaus Heschl) si trovano nell'area della corteccia primaria uditiva. Tali circonvoluzioni sono approfondite nel solco laterale del cervello umano (al punto che sono visibili solo quando si procede a divaricare la fissura laterale), si approfondiscono nel cervello fino al lobo dell'insula. Queste convoluzioni vengono ad occupare la zona 41 di Brodmann. Si tratta della prima struttura corticale deputata ad elaborare le informazioni uditive che vengono percepite. Da un punto di vista strettamente anatomico le circonvoluzioni temporali trasverse possono essere distinte in due tipi. Le circonvoluzioni del primo tipo si portano verso il centro del cervello, seguendo un andamento latero-mediale. Le circonvoluzioni del secondo tipo hanno invece un andamento simile a quello delle altre circonvoluzioni temporali e cioè si portano in direzione antero-posteriore.[1]

Studi di imaging basati sulla risonanza magnetica funzionale (fMRI) hanno evidenziato che le circonvoluzioni temporali trasverse vengono ad essere attive durante l'elaborazione degli stimoli uditivi e che è possibile realizzare delle specifiche mappature tonotopiche di questa regione.[2] Studi recenti hanno anche evidenziato che i neuroni delle circonvoluzioni di Heschl si attivano in soggetti in preda ad allucinazioni uditive, fornendo così un modello interessante per lo studio delle percezioni sensoriali generate internamente che sono però attribuite a fonti esterne.[3][4] È possibile inoltre verificare una certa diminuzione progressiva delle convoluzioni temporali trasverse di Heschl in soggetti con un primo episodio di schizofrenia, a differenza dei pazienti con primo episodio di psicosi affettiva e di soggetti di controllo.[5]

Verosimilmente una certa vulnerabilità a sviluppare allucinazioni uditive potrebbe essere dovuta a interazioni anomale tra le circonvoluzioni di Heschl ed altre aree corticali coinvolte nella percezione ed elaborazione dei discorsi, del linguaggio e della memoria.[6][7]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ G. Teofilovski, D. Bogdanović; B. Aleksandrić, [Anatomic characteristics of the transverse gyrus of the temporal lobe of the human brain (gyri temporales transversi)]. in Srp Arh Celok Lek, vol. 111, nº 3, Mar 1983, pp. 319-25, PMID 6658596.
  2. ^ S. Da Costa, W. van der Zwaag; JP. Marques; RS. Frackowiak; S. Clarke; M. Saenz, Human primary auditory cortex follows the shape of Heschl's gyrus. in J Neurosci, vol. 31, nº 40, Ott 2011, pp. 14067-75, DOI:10.1523/JNEUROSCI.2000-11.2011, PMID 21976491.
  3. ^ T. Dierks, DE. Linden; M. Jandl; E. Formisano; R. Goebel; H. Lanfermann; W. Singer, Activation of Heschl's gyrus during auditory hallucinations. in Neuron, vol. 22, nº 3, Mar 1999, pp. 615-21, PMID 10197540.
  4. ^ DE. Linden, [Auditory hallucinations and functional imaging]. in Fortschr Neurol Psychiatr, 76 Suppl 1, Mag 2008, pp. S33-9, DOI:10.1055/s-2008-1038123, PMID 18461543.
  5. ^ K. Kasai, ME. Shenton; DF. Salisbury; Y. Hirayasu; T. Onitsuka; MH. Spencer; DA. Yurgelun-Todd; R. Kikinis; FA. Jolesz; RW. McCarley, Progressive decrease of left Heschl gyrus and planum temporale gray matter volume in first-episode schizophrenia: a longitudinal magnetic resonance imaging study. in Arch Gen Psychiatry, vol. 60, nº 8, Ago 2003, pp. 766-75, DOI:10.1001/archpsyc.60.8.766, PMID 12912760.
  6. ^ D. Hubl, V. Dougoud-Chauvin; M. Zeller; A. Federspiel; C. Boesch; W. Strik; T. Dierks; T. Koenig, Structural analysis of Heschl's gyrus in schizophrenia patients with auditory hallucinations. in Neuropsychobiology, vol. 61, nº 1, 2010, pp. 1-9, DOI:10.1159/000258637, PMID 19923860.
  7. ^ AK. Shinn, JT. Baker; BM. Cohen; D. Ongür, Functional connectivity of left Heschl's gyrus in vulnerability to auditory hallucinations in schizophrenia. in Schizophr Res, vol. 143, 2-3, Feb 2013, pp. 260-8, DOI:10.1016/j.schres.2012.11.037, PMID 23287311.