Cinclus cinclus

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Merlo acquaiolo
Wasseramsel.jpg
Cinclus cinclus
Stato di conservazione
Status iucn3.1 LC it.svg
Rischio minimo[1]
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Sottoregno Eumetazoa
Superphylum Deuterostomia
Phylum Chordata
Subphylum Vertebrata
Superclasse Tetrapoda
Classe Aves
Sottoclasse Neornithes
Superordine Neognathae
Ordine Passeriformes
Sottordine Oscines
Infraordine Passerida
Superfamiglia Muscicapoidea
Famiglia Cinclidae
Genere Cinclus
Specie C. cinclus
Nomenclatura binomiale
Cinclus cinclus
Linnaeus, 1758
Areale
Distribuzione in Europa del Cinclus cinclus

Il merlo acquaiolo (Cinclus cinclus Linnaeus, 1758), è un uccello della famiglia dei Cinclidae.[2]

Descrizione[modifica | modifica sorgente]

Dal punto di vista dei colori il merlo acquaiolo ha il petto bianco, testa e ventre marroni, ali coda e groppone marrone scuro, tendenti al nero. La taglia media è di 19 cm di lunghezza, 65 grammi di peso. La coda è corta e sollevata. I due sessi appaiono morfologicamente simili. I giovani esemplari sono grigiastri superiormente e macchiettati di chiaro inferiormente.

Biologia[modifica | modifica sorgente]

Si può osservare il merlo acquaiolo tutto l'anno, anche se d'inverno lo si vede più facilmente, purché il torrente non ghiacci completamente. Si posiziona spesso su un sasso in riva o al centro del torrente e lo si può osservare mentre si getta all'improvviso in acqua, dove vi rimane parecchi secondi, riesce a nuotare e camminare sott'acqua. Per spostarsi lungo il ruscello, vola dritto e vicinissimo alla superficie dell'acqua.

Alimentazione[modifica | modifica sorgente]

Predilige gli insetti allo stato larvale che è possibile trovare sul fondo dei corsi d'acqua che frequenta.

Riproduzione[modifica | modifica sorgente]

Costruisce il nido nelle vicinanze dei torrenti, in alcuni casi sotto le cascate. I pulli, non appena sono in grado di prendere il volo, fanno il loro primo bagno e, se sopravvivono all'immersione, si svezzeranno sull'acqua, che sarà il loro habitat principale. Depone dalle 4 alle 6 uova che si schiudono dopo 15 giorni.

Distribuzione e habitat[modifica | modifica sorgente]

Vive ai bordi di ruscelli o fiumi con una forte corrente, con una preferenza per le rapide. Lo si trova in tutta l'Eurasia, ed Africa del nord. In Italia nidifica sulle Alpi e sull'Appennino.

Sistematica[modifica | modifica sorgente]

Il merlo acquaiolo ha 14 sottospecie riconosciute:[2]

  • C. c. hibernicus Hartert, 1910
  • C. c. gularis (Latham, 1802)
  • C. c. cinclus (Linnaeus, 1758)
  • C. c. aquaticus (Bechstein, 1797)
  • C. c. olympicus Madarász, 1903
  • C. c. minor Tristram, 1870
  • C. c. rufiventris Tristram, 1885
  • C. c. uralensis Serebrovski, 1927
  • C. c. caucasicus Madarász, 1903
  • C. c. persicus Witherby, 1906
  • C. c. leucogaster Bonaparte, 1850
  • C. c. baicalensis Dresser, 1892
  • C. c. cashmeriensis Gould, 1860
  • C. c. przewalskii Bianchi, 1905

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ (EN) BirdLife International 2008, Cinclus cinclus in IUCN Red List of Threatened Species, Versione 2014.1, IUCN, 2014.
  2. ^ a b (EN) Gill F. and Donsker D. (eds), Family Cinclidae in IOC World Bird Names (ver 4.2), International Ornithologists’ Union, 2014. URL consultato il 9 maggio 2014.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

  • Cinclus cinclus in Avibase - il database degli uccelli nel mondo, Bird Studies Canada.
uccelli Portale Uccelli: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di uccelli