Cimiteri del mondo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Questa lista è suscettibile di variazioni e potrebbe non essere aggiornata.
Veduta del cimitero di Staglieno in una cartolina di inizio Novecento. Sulla sinistra si nota il Pantheon; più all'esterno il corso dell'antico acquedotto

Questa è una lista di cimiteri famosi e mausolei di tutto il mondo. I motivi che rendono notevoli questi cimiteri comprendono la loro architettura, la loro storia, o le personalità che in essi sono sepolte.

I cimiteri costituiscono infatti una preziosa fonte di conoscenza antropologica e spesso rivestono notevole pregio artistico e monumentale, oltre a costituire diretta evidenza delle differenze di espressione del culto dei defunti attraverso le culture, le religioni e le forme di stato. Sotto quest'ultimo aspetto, in quanto in molti ordinamenti regolamentati alla stregua di monumenti pubblici con attribuzione di carattere ove più, ove meno sacrale, lo stesso aspetto dei cimiteri è anche il frutto della stratificazione delle diverse normazioni cui nel tempo sono stati sottoposti.

Le forme recintate, tipiche di alcuni sistemi sociali, contrapposte a quelle "aperte", ad esempio, l'alberatura ovvero l'asciutto ricorso alla nuda pietra se non al solo simbolo religioso, così come diversi altri elementi strutturali e simbolici fra i quali non ultima l'ubicazione urbana o extra muros, sono solo alcuni fra gli aspetti il cui confronto è di diretto rilievo nello studio di diverse discipline.

America[modifica | modifica sorgente]

Trinity Church Cemetery a Manhattan (New York)

Argentina[modifica | modifica sorgente]

Brasile[modifica | modifica sorgente]

Canada[modifica | modifica sorgente]

Cile[modifica | modifica sorgente]

Cuba[modifica | modifica sorgente]

  • El cementerio de Cristobal Colòn a L'Avana, fu fondato nel 1876 nel quartiere Vedado. Esteso 57 ettari, vi si contano oltre 500 mausolei e cappelle monumentali; molte fra le opere più belle sono realizzate in marmo di Carrara da artigiani Italiani.

Messico[modifica | modifica sorgente]

Perù[modifica | modifica sorgente]

USA[modifica | modifica sorgente]

Africa[modifica | modifica sorgente]

Egitto[modifica | modifica sorgente]

Tunisia[modifica | modifica sorgente]

Asia[modifica | modifica sorgente]

Tombe in un cimitero di Tokio
Tombe di Chaukhandi presso Karachi (Pakistan)

Bahrain[modifica | modifica sorgente]

Cina[modifica | modifica sorgente]

Hong Kong[modifica | modifica sorgente]

  • Lei Cheng Uk Han Tomb Museum - prima architettura funeraria ad Hong Kong
  • Gallant Garden è il cimitero per i funzionari civili e pubblici che hanno sacrificato la loro vita in servizio. Tra cui quattro lavoratori della sanità uccisi dalla SARS.

Filippine[modifica | modifica sorgente]

Metro Manila[modifica | modifica sorgente]

Giappone[modifica | modifica sorgente]

India[modifica | modifica sorgente]

Iran[modifica | modifica sorgente]

Iraq[modifica | modifica sorgente]

Israele[modifica | modifica sorgente]

Malesia[modifica | modifica sorgente]

Pakistan[modifica | modifica sorgente]

Taiwan[modifica | modifica sorgente]

Vietnam[modifica | modifica sorgente]

Europa[modifica | modifica sorgente]

Vecchio cimitero ebraico di Treviri
Südwestkirchhof Stahnsdorf a Berlino
Il "corridoio dei monaci" nelle catacombe dei Cappuccini a Palermo
Romania Cimitirul Vesel (cimitero gioioso) di Săpânţa
San Pietroburgo Cimitero di Volkovo
Stoccolma Skogskyrkogården (Cimitero nel bosco)

Albania[modifica | modifica sorgente]

Austria[modifica | modifica sorgente]

Belgio[modifica | modifica sorgente]

Bosnia ed Erzegovina[modifica | modifica sorgente]

Città del Vaticano[modifica | modifica sorgente]

Croazia[modifica | modifica sorgente]

  • Cimitero monumentale di Cosala è il principale camposanto di Fiume (oggi Rijeka). È uno dei più antichi cimiteri pubblici d'Europa. Al suo interno è ospitato un mausoleo dedicato ai soldati italiani caduti durante la Grande guerra.
  • Cimitero di Mirogoj è il luogo di sepoltura più importante di Zagabria.

Danimarca[modifica | modifica sorgente]

Finlandia[modifica | modifica sorgente]

Francia[modifica | modifica sorgente]

Germania[modifica | modifica sorgente]

Grecia[modifica | modifica sorgente]

Irlanda[modifica | modifica sorgente]

Italia[modifica | modifica sorgente]

Il famedio di Messina, dove sono sepolti personaggi illustri del panorama italiano otto-novecentesco.

Vi sono sepolti, tra gli altri, Giuseppe La Farina, Tommaso Cannizzaro, Felice Bisazza, Michele Panebianco, Gregorio Zappalà, Salvatore Pugliatti, Gaetano Martino, Ettore Castronovo, Letterio Savoja, Francesco Faranda, Francesco Lo Sardo, Giovanni Rappazzo, Giuseppe Natoli, Giacomo Natoli, Maria Alfonsa Bruno, Adolfo Celi. Numerosi i monumenti alle vittime del terremoto del 1908. All'interno del Gran Camposanto si trova il cimitero degli Inglesi, che rievoca la visita nel 1925 di re Giorgio V a Messina.

Lituania[modifica | modifica sorgente]

Paesi Bassi[modifica | modifica sorgente]

Polonia[modifica | modifica sorgente]

Regno Unito[modifica | modifica sorgente]

Repubblica Ceca[modifica | modifica sorgente]

Romania[modifica | modifica sorgente]

Slovenia[modifica | modifica sorgente]

Spagna[modifica | modifica sorgente]

Svezia[modifica | modifica sorgente]

Ucraina[modifica | modifica sorgente]

Ungheria[modifica | modifica sorgente]

Oceania[modifica | modifica sorgente]

Australia[modifica | modifica sorgente]

Russia[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Personaggi celebri al Cimitero acattolico

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Giuseppe Marcenaro, Cimiteri. Storie di rimpianti e di follie, Bruno Mondadori editore, 2008
  • Mauro Felicori, (a cura di) Gli spazi della memoria: architettura dei cimiteri monumentali europei. Roma, Sossella, 2005
  • Gian Marco Vidor, Biografia di un cimitero italiano. La Certosa di Bologna, Bologna, il Mulino 2012.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Architettura Portale Architettura: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Architettura