Cimicomorpha

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Cimicomorfi
Closterotomus norvegicus MHNT.jpg
Closterotomus norvegicus
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Sottoregno Eumetazoa
Ramo Bilateria
Phylum Arthropoda
Subphylum Hexapoda
Classe Insecta
Sottoclasse Pterygota
Coorte Exopterygota
Subcoorte Neoptera
Superordine Paraneoptera
Sezione Rhynchotoidea
Ordine Rhynchota
Sottordine Heteroptera
Infraordine Cimicomorpha
Leston, Pendergrast & Southwood, 1954
Superfamiglie

I Cimicomorfi (Cimicomorpha Leston, Pendergrast & Southwood, 1954) sono un raggruppamento sistematico di Insetti dell'Ordine dei Rincoti (Sottordine Heteroptera).

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

I Cimicomorfi possono essere alati o meiotteri. Il capo è in genere prognato, con apparato boccale diretto in avanti, oppure ortognato, con apparato boccale disposto in posizione ventrale nella parte anteriore del capo. Il rostro è composto da 3-4 segmenti. Le antenne sono generalmente ben sviluppate in lunghezza. Sono spesso presenti sensilli cefalici del tipo dei tricobotri.

Nelle forme alate, le ali sono differenziate in emielitre, con una parte prossimale sclerificata e una distale (membrana) membranosa, la cui venatura, in genere, delimita 1-3 cellule. La parte sclerificata reca due fratture, una trasversale, decorrente dal margine costale, una longitudinale, più interna, decorrente dalla base dell'ala. Nei Tingidi ricorre spesso l'aspetto areolato e uniforme delle emielitre, senza apparente distinzione tra corio e membrana.

Le zampe hanno tarsi composti da tre segmenti, talvolta due.

Nutrizione[modifica | modifica wikitesto]

Il regime dietetico è, secondo le specie, zoofago o fitofago e fra i primi non mancano specie impiegate in lotta biologica e integrata oppure specie che attaccano gli animali superiori, compreso l'uomo.

Sistematica[modifica | modifica wikitesto]

L'infraordine si suddivide in sei superfamiglie:

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Randall T. Schuh, James A. Slater. Cimicomorpha in True bugs of the world (Hemiptera: Heteroptera). Classification and Natural History. Cornell University Press, 1995. ISBN 0801420660. (In inglese).
  • Antonio Servadei, Sergio Zangheri, Luigi Masutti. Entomologia generale ed applicata. Padova, CEDAM, 1972.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

artropodi Portale Artropodi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di artropodi