Cielo d'ottobre

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Cielo d'ottobre
Titolo originale October Sky
Paese di produzione Stati Uniti
Anno 1999
Durata 108 min
Colore colore
Audio sonoro
Genere commedia - drammatico - biografico
Regia Joe Johnston
Sceneggiatura Lewis Colick
Fotografia Fred Murphy
Montaggio Robert Dalva
Musiche Mark Isham
Interpreti e personaggi

Cielo d'ottobre (October Sky) è un film statunitense del 1999, diretto da Joe Johnston e tratto dal libro Rocket Boys (1998), autobiografia di Homer H. Hickam jr..

Soggetto[modifica | modifica sorgente]

Il film si ispira ad una storia realmente accaduta, raccolta nel libro di memorie di un ingegnere della NASA, ora in pensione, che ha anche dato la sua consulenza per la riduzione cinematografica: Homer H. Hickam jr., responsabile motori dello Space Shuttle ed addestratore degli astronauti destinati a missioni sulla navicella spaziale.

Trama[modifica | modifica sorgente]

Ottobre 1957, Coalwood, cittadina mineraria del West Virginia. Il cielo notturno è solcato dalla scia luminosa dello Sputnik, il primo satellite, lanciato dai Sovietici, in orbita attorno alla Terra. Per il diciassettenne Homer H. Hickam jr. è come una folgorazione: costruire razzi costituirà il passaporto per sfuggire al destino che lo vuole minatore, come tutti a Coalwood. Il ragazzo non si lascerà bloccare né dall'iniziale ostilità del padre, autoritario sovrintendente della miniera, né dai primi insuccessi; con l'aiuto di tre coetanei e col sostegno della sua insegnante di Chimica e Fisica, parteciperà al concorso scientifico indetto per tutte le scuole della nazione; vincerà il primo premio anche grazie al padre che gli procurerà i pezzi che gli erano stati rubati durante il concorso. Il suo ultimo razzo lo dedicherà all'insegnante, professoressa Riley, affetta dal morbo di Hodgkin.

Riprese[modifica | modifica sorgente]

Nonostante il film sia ambientato a Coalwood nel West Virginia tutte le riprese sono state fatte nel Tennessee.

Slogan promozionali[modifica | modifica sorgente]

  • «Sometimes one dream is enough to light up the whole sky.»
  • «Un ragazzo proiettato nel futuro. Un padre ancorato al passato. Un sogno che non vuole morire.»

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema