Ciao (film)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Ciao
Ciao (film).jpg
Una scena del film
Titolo originale Ciao
Lingua originale inglese, italiano, mandarino
Paese di produzione Stati Uniti
Anno 2008
Durata 87 min
Colore colore
Audio sonoro
Rapporto 1.85 : 1
Genere drammatico
Regia Yen Tan
Sceneggiatura Alessandro Calza, Yen Tan
Casa di produzione Unauthorized Films
Fotografia Michael Roy
Montaggio David Lowery
Musiche Stephan Altman
Scenografia Michael Corenblith
Interpreti e personaggi

Ciao è un film indipendente del 2008 diretto Yen Tan e scritto assieme all'italiano Alessandro Calza, tra i protagonisti del film.

Presentato al Festival di Venezia, in competizione per il Queer Lion,[1] e in molti altri festival in giro per il mondo

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Andrea, un ragazzo italiano, da tempo ha una assidua corrispondenza on-line con Mark, un ragazzo statunitense. Poco prima di andare negli Stati Uniti per incontrare di persona Mark, Andrea viene avvisato della sua tragica morte, avvenuta in un incidente automobilistico. Ciò nonostante, Andrea sbarca a Dallas, dove ad attenderlo c'è Jeff, il migliore amico di Mark. I due inizieranno un profondo e delicato rapporto fatto d'amore, di conversazioni e d'intimità, elaborando assieme il lutto e il senso della perdita.

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

La collaborazione tra il regista asiatico Yen Tan e il web designer genovese Alessandro Calza nasce nel 2003, quando Calza inviò un'e-mail a Tan, dopo aver visionato il suo film del 2002 Happy Birthday[2].Tra i due nasce una assidua corrispondenza, che a detta del regista gli ricordava quella tra Anne Bancroft ed Anthony Hopkins in 84 Charing Cross Road[2].

I due scrivono assieme la sceneggiatura, basandosi sull'idea del rapporto epistolare a distanza. Le riprese del film hanno avuto luogo a Dallas.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Giornate di cinema LGBT, culturaspettacolovenezia.it. URL consultato il 7-12-2008.
  2. ^ a b (EN) Director's Notes, ciaomovie.com. URL consultato il 09-06-2010.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]