Chyorny Oryol

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Chyorny Oryol
Esemplare di Chyorny Oryol
Esemplare di Chyorny Oryol
Descrizione
Equipaggio 3 (capocarro, cannoniere e pilota)
Utilizzatore principale Russia Russia
Dimensioni e peso
Lunghezza 7,0 m[1]
Larghezza 3,58 m
Altezza 1,8 (?)[1]
Peso 50 (?)[1]
Propulsione e tecnica
Motore turbina o diesel
Potenza 1.500 hp
Rapporto peso/potenza 25/30[1]
Armamento e corazzatura
Armamento primario cannone 125mm 2A46 ad anima liscia con 40 (?) proiettili
Corazzatura composita
ERA Kaktus
sistema protezione attiva Drozd-2
NBC[1]

[senza fonte]

voci di veicoli militari presenti su Wikipedia

Il Chyorny Oryol (Aquila Nera) è un prototipo di un carro armato da battaglia (MBT) prodotto nella Federazione Russa.

Storia dello sviluppo e caratteristiche[modifica | modifica sorgente]

Parti del carro.

Il Chyorny Oryol è stato sviluppato dall'ufficio KBTM design a Omsk sul finire degli anni novanta. La versione definitiva di questo carro non è stata ancora pubblicamente mostrata, e non è dato sapere se continui anche il suo sviluppo. Il Chyorny Oryol dimostra la direzione che i designer di carri armati russi stanno prendendo, e lancia uno sguardo sul futuro dello sviluppo dei carri.

Lo sviluppo è cominciato negli anni ottanta, quando l'ufficio di design degli stabilimenti Kirov di Leningrado svilupparono un nuovo design basato sullo scafo del T-80U. Più tardi, quando l'ufficio fu smantellato, la documentazione fu trasferita al KTBM a Omsk.

Il prototipo del Chyorny Oryol fu per la prima volta presentato al VTTV Arms Exposition di Omsk, nel settembre 1997, con un singolo breve passaggio a distanza dalle tribune. Il carro si presentava come uno scafo standard T-80U, sormontato da una torretta molto larga e una canna, oscurato dal camuffamento. Anche la torretta si è poi scoperto essere un semplice prototipo.

Un più recente prototipo è stato mostrato ad un'esposizione d'armi in Siberia, nel giugno 1999. Questo carro aveva uno scafo allungato con sette paia di ruote da strada al posto delle sei del T-80, e una torretta ancora in gran parte oscurata dal camuffamento.

Il Chyorny Oryol o "Object 640" è basato su uno scafo allungato di un T-80U, con un paio di ruote da strada extra e una torretta completamente nuova. Sembra avere una corazza frontale molto spessa e una nuova generazione di corazza reattiva esplosiva (ERA- explosive reactive armor) chiamata Kaktus, sullo scafo e sulla torretta. Questa corazza è ancora più efficace delle Kontakt-5 attualmente in uso sui più moderni MBT russi. Per aumentare la sua capacità di sopravvivenza in battaglia dispone anche di un sistema di protezione attiva Drozd-2, miglioramento del precedente Drozd.

L'armamento risulta essere il 125mm 2A46 a canna liscia con capacità di lanciare ATGM.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b c d e http://russianarmor.info/Tanks/MBT/b_eagle.html

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]