Chrotomys mindorensis

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Ratto toporagno striato delle pianure
Immagine di Chrotomys mindorensis mancante
Stato di conservazione
Status iucn3.1 NT it.svg
Prossimo alla minaccia (nt)[1]
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Classe Mammalia
Superordine Euarchontoglires
Ordine Rodentia
Sottordine Myomorpha
Superfamiglia Muroidea
Famiglia Muridae
Sottofamiglia Murinae
Genere Chrotomys
Specie C.mindorensis
Nomenclatura binomiale
Chrotomys mindorensis
Kellogg, 1945

Il Ratto toporagno striato delle pianure (Chrotomys mindorensis Kellogg, 1945) è un roditore della famiglia dei Muridi diffuso nelle Filippine.[1][2]

Descrizione[modifica | modifica sorgente]

Roditore di piccole dimensioni, con la lunghezza della testa e del corpo tra 161 e 186 mm, la lunghezza della coda tra 99 e 123 mm, la lunghezza del piede tra 36 e 40 mm, la lunghezza delle orecchie tra 19 e 23 mm e un peso fino a 199 g.[3]
La pelliccia è soffice e densa. Il colore delle parti superiori è fulvo-olivastro. Una striscia longitudinale color cannella chiaro si estende dalla fronte alla base della coda, affiancata da due strisce nerastre che si uniscono anteriormente sul naso nerastro e attraversano gli occhi e le orecchie. Le parti inferiori sono giallo-brunastre. Il dorso delle zampe è fulvo-olivastro, mentre le dita sono più chiare. La coda è più corta della testa e del corpo, ricoperta densamente di peli, nerastra sopra, più chiara sotto e con 21 anelli di scaglie per centimetro.

Biologia[modifica | modifica sorgente]

Comportamento[modifica | modifica sorgente]

È una specie terricola e attiva sia di giorno che di notte.

Alimentazione[modifica | modifica sorgente]

Si nutre di vermi, insetti e altri invertebrati.

Distribuzione e habitat[modifica | modifica sorgente]

Questa specie è diffusa nella parte centrale dell'isola di Luzon e sull'isola di Mindoro, nelle Filippine.

Vive nelle foreste primarie e secondarie fino a 2.020 metri di altitudine. Sembra essere tollerante alla presenza umana.

Stato di conservazione[modifica | modifica sorgente]

La IUCN Red List, considerato che sebbene gran parte del suo habitat sia stato distrutto e che sia tollerante alla presenza umana, classifica C.mindorensis come specie prossima alla minaccia (NT).[1]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b c (EN) Heaney, L. & Balete, D. 2008, Chrotomys mindorensis in IUCN Red List of Threatened Species, Versione 2013.2, IUCN, 2013.
  2. ^ (EN) D.E. Wilson e D.M. Reeder, Chrotomys mindorensis in Mammal Species of the World. A Taxonomic and Geographic Reference, 3ª ed., Johns Hopkins University Press, 2005. ISBN 0-8018-8221-4.
  3. ^ Heaney & Al., 1998, op. cit.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

mammiferi Portale Mammiferi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di mammiferi