Christopher Draper

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Template-info.svg

Christopher Draper (Bebington, 15 aprile 1892Londra, 16 gennaio 1979) è stato un aviatore britannico. Pilota del Royal Naval Air Service, con le sue 9 vittorie fu uno degli assi dell'aviazione britannica nella prima guerra mondiale. La sua passione per il volo sotto i ponti gli procurò il soprannome di “Maggiore Pazzo”. Dopo la guerra divenne una star del cinema sia come stuntman, sia come attore. Nel corso degli anni trenta lavorò per il servizio segreto britannico come agente doppio nella Germania Nazional-Socialista. Ritornò alla RAF nel corso della seconda guerra mondiale come comandante di squadra.

Primi anni[modifica | modifica sorgente]

Christopher Draper nacque a Bebington, Merseyside, (allora Cheshire) in Gran Bretagna nel 1892. Nel Luglio 1909 nacque il suo interesse per l'aviazione quando Louis Blériot attraversò in volo il Canale della Manica. Non in grado di utilizzare il GBP 75 per l’addestramento da pilota, Draper scrisse al Parlamentare locale, Sir Joseph Hoult, che era un buon amico padre. Hoult procurò a Draper un GBP 210 dopo aver ottenuto la promessa di non dire a nessuno del regalo. Il 6 ottobre 1913, con un totale di 3 ore e 15 minuti di volo, ottenne la licenza di volo dal Royal Aero Club. Mentre cercava lavoro nell’ambito dell’aviazione, seppe da un cugino che la Royal Navy, presso cui era servizio, stava offrendo brevi lavori ai piloti con una Licenza di volo. Dopo aver passato la visita medica si arruolò nella Royal Naval Air Service nel Gennaio 1914 e fu nominato Sotto-Tenente. Da Gennaio ad Aprile 1914 seguì il 5º corso della Central Flying School. Frequentavano lo stesso corso Hugh Dowding e Wilfrid Freeman mentre gli istruttori erano John Tremayne Babington e John Salmond – I quali più tardi divennero tutti Air Marshals. Dopo aver passato il corso, Draper fu assegnato alla Royal Naval Air Station a Eastchurch sotto il comando del Comandante Charles Rumney Samson. Il 20 luglio pilotò alla Parata Navale di Spithead. Questa fu la prima parata a includere aeroplani. Più tardi, mentre era di base Dundee, a Draper fu ordinato di far atterrare un aeroplano sul green del St. Andrews golf course. Atterrò esattamente di fronte al clubhouse.

Grande Guerra - Royal Naval Air Service (RNAS)[modifica | modifica sorgente]

Nel 1916 fu inviato al 3º Squadrone Navale dove, volando con un Sopwith 1½ Strutter, ottenne le sue prime quattro vittorie. In seguito volò con un Sopwith Camel, dapprima nel 6º Squadrone Navale poi con l'8º Squadrone Navale, nel quale ottenne più di cinque vittorie. Il 7 luglio 1917 divenne il primo pilota ad aver ingaggiato un aeroplano nemico sopra il cielo di Londra. Alla fine dell'ottobre 1917 Draper divenne Ufficiale Comandante dell'8º Squadrone Navale. Questa era una unità poliglotta essendo formata non solo da inglesi ma anche da Australiani (come l'asso Robert Little), Canadesi e anche un Americano. Alla fine della guerra, questo squadrone avrebbe contato ben 25 assi.

Grande Guerra - Royal Air Force (RAF)[modifica | modifica sorgente]

Il 1 aprile 1918, l’8º Squadrone Navale divenne No. 208 Squadron RAF quando la Royal Naval Air Service e la Royal Flying Corps unite divennero la Royal Air Force. Draper fu noto per essersi rifiutato di indossare la nuova divisa blu della RAF, preferendo la divisa nera della Marina. Il 13 ottobre 1918, fu ferito dal fuoco dell’antiaerea. Una mattina, mentre volava presso la linea del fronte Draper accidentalmente volò sotto un ponte proprio davanti a un grosso reparto di soldati. I soldati apprezzarono così tanto che Draper ripeté l’evoluzione qualvolta fosse possibile. Questo gli procurò il soprannome di The Mad Major. (In its early days the RAF used Army ranks.) Per il suo servizio in guerra fu decorato con la Distinguished Service Cross e la francese Croix de Guerre.

Stuntman e attore[modifica | modifica sorgente]

Dopo la guerra, Draper lasciò la RAF ma continuò a volare come stuntman negli spettacoli aerei e in filmati. Nell'aprile 1919 pilotò il primo volo della British Aerial Transport Company' F.K.26, il primo aereo specificamente studiato per i trasporto passeggeri. Nel 1930, protestò per il modo in cui il governo trattava I veterani di guerra volando sotto 14 dei ponti di Londra. Ma a causa del cattivo tempo riuscì a volare solo sotto due ponti. Questa scena fu catturata da una pellicola e determinò la fama del "The Mad Major". Draper lavorò come pilota stuntman in diversi film e anche grazie alla sua fotogenia fu anche attore. Partecipò anche a molte produzioni teatrali e a molti film. Nel 1935 recitò come pilota nel film King of the Damned.

Lavoro di spionaggio[modifica | modifica sorgente]

Nel 1932 Draper fu invitato a partecipare a "Il Tour degli assi” in Germania. Parteciparono assi di molte nazioni. Inoltre poté incontrare numerosi assi tedeschi e fu presentato al Cancelliere Adolf Hitler. Come risultato del meeting, in seguito alle critiche fatte da Draper contro il Governo britannico per il trattamento riservato ai veterani, fu segnalato dal Partito Nazional-Socialista come un potenziale simpatizzante. Dopo il suo ritorno in Gran Bretagna fu contattato dai tedeschi e gli fu chiesto di spiare per conto della Germania. Draper accettò e immediatamente contattò il MI6 che decise di utilizzarlo come agente doppio fornendo false informazioni ai servizi segreti tedeschi. Questa situazione continuò per quattro anni finché I tedeschi smisero di avvalersi delle comunicazioni di Draper.

Seconda guerra mondiale[modifica | modifica sorgente]

Nella seconda guerra mondiale, a 47 anni di età, Draper fu reimpiegato dalla RAF. Comandò squadroni nell’Africa Occidentale e in Estremo Oriente. Volò inoltre sul Hawker Hurricane, ma compì azioni relativamente modeste. Dopo la guerra Draper ancora una volta protestò contro il governo per il trattamento che ricevevano I veterani. Nel 1953 protestò nuovamente volando sotto I ponti del Tamigi. Questa volta volò sotto 15 dei 18 ponti presenti. Egli era uno stuntman bravissimo dato che gli archi dei ponti erano di soli 50 piedi. Secondo alcuni, compì queste evoluzioni al fine di cercare attenzione e sollecitare le offerte di lavoro. Fu arrestato, con l’accusa di aver volato troppo basso in un’area urbana e pagò 10 ghinee di multa per i costi del processo. Le sue memorie "The Mad Major" furono pubblicate da Aero Publishers nel 1962. Draper morì a Camden, un sobborgo di Londra nel 1979.