Christopher Bailey

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Christopher Bailey (Yorkshire, 1971) è uno stilista britannico.

Direttore Creativo in carica di Burberry, è il responsabile dell'immagine del marchio sotto ogni aspetto, incluse le campagne pubblicitarie, la direzione artistica dell'azienda, il design dei negozi oltre naturalmente a tutte le collezioni di abiti e prodotti Burberry.

Bailey, che aveva 38 anni nel 2009,[1] è nato nello Yorkshire, figlio di un carpentiere e di una vetrinista di Marks and Spencer.[2] Nel 1994 si è diplomato al Royal College of Art del quale è diventato membro onorario nel 2004.[3] Dal 1994 al 1996 è stato Stilista delle collezioni donna per Donna Karan e Capo Stilista delle collezioni uomo per Gucci a Milano dal 1996 al 2001. Si è legato a Burberry nel Maggio 2001 in qualità di Direttore Creativo ed è poi diventato capo Direttore Creativo nel Novembre del 2009.[2][4] A Bailey viene riconosciuto di aver ribaltato le sorti dell'azienda.[2]

Nel 2008, Bailey, assieme all'Amministratrice Delegata di Burberry Angela Ahrendts, ha creato la Burberry Foundation, con l'obbiettivo di dedicare risorse globali per aiutare dei giovani a realizzare i propri sogni e raggiungere i propri scopi attraverso il potere della loro creatività. La Burberry Foundation investe le sue risorse globali in attività di beneficenza selezionate accuratamente per dare supporto ai giovani delle città chiave che fanno parte delle aree dove la maggior parte degli impiegati di Burberry vive e lavora, e dare loro la possibilità di partecipare ad attività di volontariato sul campo sponsorizzate da Burberry attraverso le fondazioni patrocinate.[5]

Bailey ha anche supervisionato la progettazione e la costruzione del nuovo quartier generale londinese di 15000 metri quadrati e di quello della divisione americana di Burberry, ubicato al 444 Madison di New York.

Riconoscimenti[modifica | modifica sorgente]

2009 - Stilista dell'anno, British Fashion Awards (UK)[6]
2009 - Nominato Membro dell'Ordine dell'Impero Britannico (MBE) da Sua Maestà Regina Elisabetta II, per il Servizio reso all'Industria della Moda[3]
2008 - Stilista per uomo dell'Anno 2008, British Fashion Awards (UK)
2007 - Stilista per uomo dell'Anno 2007, British Fashion Awards (UK); Dottorato onorario in Scienza alla University of Huddersfield, Yorkshire
2006 - Dottorato onorario dell'University of Westminster, dove Bailey si è laureato nel 1990.
2005 - Stilista dell'Anno, British Fashion Awards (UK)
2004 - Membro Onorario del Royal College of Art, dove Bailey si è diplomato nel 1994[3]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ The Class of 2009: Stylemaker of the year: Christopher Bailey in Out Magazine. URL consultato il 7 dicembre 2009.
  2. ^ a b c Colin McDowell, Christopher Bailey: Burberry's golden boy in The Times, 6 settembre 2009. URL consultato il 7 dicembre 2009.
  3. ^ a b c Hilary Alexander, Christopher Bailey collects his MBE in Telegraph, 7 dicembre 2009. URL consultato il 7 dicembre 2009.
  4. ^ Dolly Jones, All Hail Bailey in Vogue, 11 novembre 2009. URL consultato il 7 dicembre 2009.
  5. ^ Burberry Foundation: Missions, Visions, Goals, How we work.
  6. ^ Hilary Alexander, British Fashion Awards: Christopher Bailey named designer of the year in Telegraph, 9 dicembre 2009. URL consultato il 10 dicembre 2009.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Biografie