Chloephaga picta

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Oca di Magellano
Chloephaga picta.jpg
Stato di conservazione
Status iucn3.1 LC it.svg
Rischio minimo[1]
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Classe Aves
Ordine Anseriformes
Famiglia Anatidae
Sottofamiglia Anatinae
Tribù Tadornini
Genere Chloephaga
Specie C. picta
Nomenclatura binomiale
Chloephaga picta
(Gmelin, 1789)

L'oca di Magellano (Chloephaga picta Gmelin, 1789) è un uccello della famiglia degli Anatidi.

Distribuzione e habitat[modifica | modifica sorgente]

Vive lungo le coste e nelle distese erbose delle regioni meridionali del Sudamerica (Cile, Argentina, isole Falkland).

Descrizione[modifica | modifica sorgente]

Il maschio ha la testa e il petto bianchi, mentre la femmina, marrone con le ali striate di nero e i piedi gialli, somiglia moltissimo all'oca testarossiccia, con la quale viene spesso confusa. Misura 60-72,5 cm di lunghezza e pesa 2,7-3,2 kg[2].

L'oca di Magellano cura dei loro piccoli, El Calafate, Argentina.

Per il fatto di avere un residuo di membrana tra le dita viene citata nel VI capitolo dell'Origine delle Specie.

Sistematica[modifica | modifica sorgente]

Si riconoscono due sottospecie di oca di Magellano:

  • Chloephaga picta picta (Gmelin, 1789) - oca di Magellano minore;
  • Chloephaga picta leucoptera (Gmelin, 1789) - oca di Magellano maggiore.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ (EN) BirdLife International 2009, Chloephaga picta in IUCN Red List of Threatened Species, Versione 2014.2, IUCN, 2014.
  2. ^ Twycross Zoo | World Primate Centre

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

  • Chloephaga picta in Avibase - il database degli uccelli nel mondo, Bird Studies Canada.
uccelli Portale Uccelli: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di uccelli