Chilonatalus tumidifrons

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Chilonatalus tumidifrons
Immagine di Chilonatalus tumidifrons mancante
Stato di conservazione
Status iucn3.1 NT it.svg
Prossimo alla minaccia (nt)[1]
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Classe Mammalia
Superordine Laurasiatheria
Ordine Chiroptera
Sottordine Microchiroptera
Famiglia Natalidae
Genere Chilonatalus
Specie C.tumidifrons
Nomenclatura binomiale
Chilonatalus tumidifrons
Miller, 1903

Chilonatalus tumidifrons (Miller, 1903) è un pipistrello della famiglia dei Natalidi endemico delle Bahamas.[1][2]

Descrizione[modifica | modifica sorgente]

Dimensioni[modifica | modifica sorgente]

Pipistrello di piccole dimensioni, con la lunghezza della testa e del corpo di 40 mm, la lunghezza dell'avambraccio tra 33 e 35 mm, la lunghezza della coda di 47 mm, la lunghezza del piede di 7 mm e la lunghezza delle orecchie di 11 mm.[3].[4]

Aspetto[modifica | modifica sorgente]

La pelliccia è lunga, soffice e densa. Il colore generale del corpo è giallo crema con dei riflessi marroni sul dorso. Il muso è lungo e appiattito, con il labbro inferiore attraversato orizzontalmente da una proiezione cutanea. È presente una grossa ghiandola dalla superficie rugosa sulla fronte. Le orecchie sono grandi, bruno-giallastre chiare con i bordi più scuri e a forma di imbuto. Le membrane alari sono marroni scure e attaccate posteriormente lungo la tibia. I piedi sono piccoli. La coda è lunga ed inclusa completamente nell'ampio uropatagio il quale margine libero è frangiato.

Biologia[modifica | modifica sorgente]

Comportamento[modifica | modifica sorgente]

Si rifugia all'interno di grotte profonde, calde ed umide. L'attività predatoria inizia 30 minuti dopo il tramonto. È un agile volatore.

Alimentazione[modifica | modifica sorgente]

Si nutre di insetti.

Riproduzione[modifica | modifica sorgente]

Danno alla luce un piccolo alla volta.

Distribuzione e habitat[modifica | modifica sorgente]

Questa specie è diffusa sulle isole di Andros, Great Abaco, Great Exuma e San Salvador nelle Bahamas.

Vive nelle foreste decidue secche.

Stato di conservazione[modifica | modifica sorgente]

La IUCN Red List, considerato l'areale limitato e il continuo declino nell'estensione e nella qualità del proprio habitat, classifica C.tumidifrons come specie prossima alla minaccia (NT).[1]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b c (EN) Velazco, P. & Turvey, S. 2008, Chilonatalus tumidifrons in IUCN Red List of Threatened Species, Versione 2014.2, IUCN, 2014.
  2. ^ (EN) D.E. Wilson e D.M. Reeder, Chilonatalus tumidifrons in Mammal Species of the World. A Taxonomic and Geographic Reference, 3ª ed., Johns Hopkins University Press, 2005, ISBN 0-8018-8221-4.
  3. ^ Miller, 1903, op. cit.
  4. ^ Baker & Al., 1984, op. cit.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

mammiferi Portale Mammiferi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di mammiferi