Chiesa evangelica armena

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.
Chiesa evangelica armena
Classificazione protestante
Fondata 1º luglio 1846
Separata da Chiesa apostolica armena
Congregazioni 88

La chiesa evangelica armena (armeno: Հայաստանեայց Աւետարանական Եկեղեցի) fu fondata il 1º luglio 1846 da trentasette uomini e tre donne a Costantinopoli.

Storia[modifica | modifica sorgente]

Nel XIX secolo Costantinopoli era caratterizzata da un grande fermento intellettuale e spirituale che portò molti cristiani riformisti ad un più attento studio della Bibbia conducendoli infine alla rottura con il Patriarcato Armeno di Istanbul, fino alla scomunica pronunciata dal patriarca Matteos Chouhajian, obbligandoli ad organizzarsi in un millet protestante, separato da quello armeno e alla creazione nel 1846 della chiesa evangelica armena.

Oggi ci sono 88 chiese evangeliche armene sparse nei seguenti paesi: Argentina, Armenia, Australia, Belgio, Brasile, Bulgaria, Canada, Cipro, Egitto, Regno Unito, Francia, Georgia, Grecia, Iran, Libano, Siria, Turchia, Uruguay e Stati Uniti d'America.

Unioni Armene Evangeliche[modifica | modifica sorgente]

  • Unione delle chiese armene evangeliche del vicino oriente (UAECNE, 1924)
  • Unione evangelica armena del Nord America (AEUNA, 1971)
  • Unione evangelica armena di Francia (AEUF, 1924)
  • Unione delle chiese evangeliche in Armenia (1995)
  • Unione evangelica armena dell'Eurasia (1995)
  • Associazione evangelica armena d'Europa
  • Unione delle associazioni evangeliche armene in Bulgaria (1995)

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Vahan H. Tootikian, The Armenian Evangelical Church, Armenian Heritage Committee Detroit, MI 1982
  • Rev. Hagop A. Chakmakjian, The Armenian Evangelical Church and The Armenian People