Chiesa di Santa Maria del Buon Consiglio

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Coordinate: 41°53′36.42″N 12°29′22.27″E / 41.893451°N 12.489519°E41.893451; 12.489519

Chiesa di Santa Maria del Buon Consiglio
Esterno
Esterno
Stato Italia Italia
Regione Lazio Lazio
Località Roma-Stemma.pngRoma
Religione Cristiana cattolica di rito romano
Diocesi Diocesi di Roma
Inizio costruzione XII secolo

La chiesa di Santa Maria del Buon Consiglio è una chiesa di Roma, nel rione Monti, in via del Buon Consiglio all’incrocio con via del Cardello.

Questa chiesa, conosciuta in passato anche come San Pantaleo ai Tre Forni o, dopo il 1587, come San Biagio ai Monti (quando una omonima e vicina chiesa fu distrutta), sembra risalire al XII secolo: infatti, secondo quanto riferisce l'Armellini (p. 145), dietro l’altare vi era un cippo marmoreo con una epigrafe che ricordava la consacrazione di quell’altare avvenuta sotto il pontificato di Papa Pasquale II nel 1113. L'Huelsen riferisce di un’altra epigrafe, ora perduta, secondo la quale Papa Alessandro III il 23 dicembre 1260 conferma la dedica fatta dal suo predecessore Pasquale II, e nomina la chiesa col titolo di Sancti Pantaleonis in tribus fornis.

Secondo la tradizione, in questa chiesa fu tenuto nascosto il corpo del martire San Pantaleo, quando le sue spoglie furono trasportate da Nicomedia a Roma. La chiesa fu officiata dai monaci basiliani di Grottaferrata fino al 1635; fu poi affidata al clero secolare. Nel 1748 essa fu concessa da papa Benedetto XIV all’Arciconfraternita della Beata Vergine del Buon Consiglio, da cui il nome con cui d’ora in avanti la chiesa sarà conosciuta.

Oggi la chiesa, ancora affidata all’Arciconfraternita di Maria Santissima del Buon Consiglio, è anche sede dell’Associazione Comboniana “Servizio Emigranti e Profughi”.

A Roma vi è un’altra chiesa con lo stesso titolo, nel quartiere Tuscolano, parrocchia dal 1919.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]