Chiesa di Santa Margherita (Londra)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Chiesa di Santa Margherita
Church of Saint Margaret
Esterno
Esterno
Stato Regno Unito Regno Unito
   Inghilterra Inghilterra
Regione Grande Londra
Località Londra
Religione Cristiana anglicana
Consacrazione 1523
Stile architettonico gotico, neogotico
Inizio costruzione 1486
Completamento 1877
Sito web (EN) sito ufficiale
Flag of UNESCO.svg Bene protetto dall'UNESCO Flag of UNESCO.svg
UNESCO World Heritage Site logo.svg Patrimonio dell'umanità
Palazzo ed Abbazia di Westminster, con la chiesa di Santa Margherita
(EN) Westminster Palace, Westminster Abbey and Saint Margaret's Church
St.margarets.church.westminster.arp.750pix.jpg
Tipo Culturali
Criterio (i) (ii) (iv)
Pericolo Non in pericolo
Riconosciuto dal 1987
Scheda UNESCO (EN) Scheda
(FR) Scheda

La chiesa di Santa Margherita (in inglese: church of Saint Margaret), parte storica di Ossulstone nella contea di Middlesex[1], è un luogo di culto anglicano che si trova nei pressi dell'abbazia di Westminster in Parliament Square, ed è la parrocchia[2] del parlamento britannico a Londra. È dedicata a Santa Margherita di Antiochia[3].

Storia[modifica | modifica sorgente]

La chiesa di santa Margherita venne costruita nel XII secolo dai monaci benedettini della vicina Abbazia di Westminster come sede della parrocchia, che fino ad allora si trovava nella chiesa abbaziale. Divenuta ormai troppo piccola e insufficiente per la popolazione in aumento, tra il 1486 e il 1523 venne ricostruita in stile gotico.

Nel 1614, per volere dei puritani, scontenti dell'abbazia, scelsero di spostare la sede della parrocchia del parlamento nella chiesa di Santa Margherita, a parer loro più adatta a questo ruolo.[4].

Tra il 1734 ed il 1738, su progetto di John James, venne ricostruita la torre campanaria in pietra di Portland, mentre il portico della facciata è opera di John Loughborough Pearson. L'interno della chiesa subì un restauro che gli fece assumere l'aspetto corrente da Sir George Gilbert Scott nel 1877[5].

Una vetrata del 1509 ricorda il tradimento di Caterina d'Aragona nei confronti di Arturo Tudor[6], fratello maggiore di Enrico VIII. Le altre finestre commemorano William Caxton, il primo che portò la stampa in Inghilterra, tumulato nella chiesa nel 1491, Sir Walter Raleigh, ucciso nel vecchio giardino del palazzo[7] anch'egli sepolto nella chiesa nel 1618, ed il poeta John Milton, un parrocchiano. Anche il collezionista Henry Constantine Jennings venne sepolto qui[8].

La chiesa divenne un luogo ricercato per i matrimoni "di società", tra cui quelli di Samuel Pepys[9] e di Sir Winston Churchill[10]. Il complesso della chiesa di Santa Margherita, del Palazzo e dell'Abbazia di Westminster fa parte del patrimonio dell'umanità dell'UNESCO.

In essa si svolgono i concerti del Choir of Westminster Abbey.

Descrizione[modifica | modifica sorgente]

Esterno[modifica | modifica sorgente]

La chiesa di santa Margherita sorge nel parco alla sinistra della chiesa abbaziale dell'Abbazia di Westminster, a nord di quest'ultima e ad ovest del Palazzo del Parlamento.

L'esterno della chiesa si presenta in un sobrio stile gotico; la facciata, alquanto schiacciata, è a salienti, con le due parti laterali terminanti con tetto piano e la centrale con un doppio spiovente poco accentuato decorato con due piccole guglie. In basso, al centro, vi è il portico a tre arcate a sesto acuto, anch'esso sormontato da guglie. In ognuna delle tre sezioni della facciata, si apre una polifora (quadrifore ai lati, pentafora al centro) che dà luce all'interno.

Alla sinistra della facciata, si eleva il campanile, costruito in stile neogotico negli anni '30 del XVIII secolo da John James. In pietra di Portland, è a pianta quadrata, con più ordini separati da cornicioni. A ciascuno dei quattro angoli, vi è una guglia. Il campanile termina in alto con una lanterna ottagonale, di sezione minore.

Interno[modifica | modifica sorgente]

L'interno della chiesa di Santa Margherita è a tre navate, senza abside, separate da archi a sesto acuto poggianti su pilastri polistili. Il soffitto delle tre navate è sorretto da capriate in legno scuro, con cassettoni poco accentuati decorati con rilievi dorati. Nella navata centrale, al di sopra delle arcate, vi è il cleristorio che si apre sull'esterno con coppie di bifore.

Le ultime quattro campate della navata centrale sono occupate dal presbiterio, rialzato di alcuni gradini rispetto al resto della chiesa. Nella parte anteriore, vi sono a destra l'ambone, in bronzo, con il leggio a forma di aquila, e a sinistra il pulpito, in legno dipinto, con balaustra traforata. Oltre, lungo le due pareti laterali, gli stalli lignei del coro e, a ridosso della parete fondale, sotto la grande pentafora chiusa con vetrate policrome, l'altare, con ricca ancona scolpita e dipinta.

Organi a canne[modifica | modifica sorgente]

Organo maggiore[modifica | modifica sorgente]

In fondo alla navata laterale di sinistra, con mostra composta da canne di Principale disposte in due cuspidi senza cassa, si trova l'organo a canne[11], costruito nel 1897 dalla ditta organaria J.W. Walker & Sons e ricostruito tra il 1977 e il 1978 dalla stessa detta, che ne ha anche curato il restauro nel 1993.

Lo strumento è a trasmissione elettro-pneumatica, con consolle indipendente nel presbiterio avente tre tastiere di 61 note ciascuna ed una pedaliera concavo-radiale di 32. Di seguito, la disposizione fonica dello strumento:

Prima tastiera - Choir Enclosed
Quintaton 16'
Chimney Flute 8'
Dulciana 8'
Vox Angelica 8'
Principal 4'
Lieblich Flute 4'
Nazard 2.2/3'
Blockflute 2'
Tierce 1.3/5'
Cymbal III 1/2'
Clarinet 8'
Orchestral Oboe 8'
Orchestral Trumpet 8'[12]
Tremulant
Seconda tastiera - Great
Double Open Diapason 16'
Open Diapason Large 8'
Open Diapason Medium 8'
Open Diapason Small 8'
Orchestral Flute 8'
Principal 4'
Harmonic Flute 4'
Twelfth 2.2/3'
Fifteenth 2'
Mixture III 1.1/3'
Sharp Mixture II 2/3'
Contra Posaune 16'
Posaune 8'
Clarion 4'
Terza tastiera - Swell
Lieblich Bourdon 16'
Open Diapason 8'
Lieblich Gedeckt 8'
Echo Gamba 8'
Voix Celeste 8'
Principal 4'
Flute 4'
Twelfth 2.2/3'
Fifteenth 2'
Mixture IV 1'
Double Trumpet 16'
Posaune 8'
Oboe 8'
Vox Humana 8'
Clarion 8'
Tremulant
Pedal
Double Open Wood 32'
Open Wood 16'
Open Diapason 16'
Bourdon 16'
Quint 10.2/3'
Octave Wood 8'
Principal 8'
Bass Flute 8'
Fifteenth 4'
Octave Flute 4'
Recorder 2'
Mixture IV 1.1/3'
Bombarde 16'
Trumpet 8'
Clarion 4'

Organo corale[modifica | modifica sorgente]

Nei pressi del presbiterio, vi è un secondo organo a canne[13], destinato all'accompagnamento dei canti nella liturgia, costruito nel 1807 da Henry C. Lincoln e restaurato nel 1959 da Noel Mander.

Racchiuso entro una cassa neoclassica in legno, ha un'unica tastiera di 43 tasti ed è privo di pedaliera. La sua disposizione fonica è la seguente:

Manual
Stopt Diapason 8'
Flute 8' Treble
Principal 4'[14]
Fifteenth 2'
Larigot 1.1/3' Bass [15]
Larigot 1.1/3' Treble [15]

Galleria[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Genuki
  2. ^ Dettagli della parrocchia
  3. ^ The Buildings of England, London, 6,Wesminster Pevsner, N./Bradley, S. (2003, Uxbridge, Penguin) ISBN 0-300-09595-3
  4. ^ Parliament past and present Wright,A. e Smith,P (Hutchinson & Co, Londra, 1868)
  5. ^ Personal and Professional Recollections. Scott, G.G. Kt (Stamp, G. (Ed)(Sampson Low Marston Searle & Rivington, 1879; Paul Watkins Publishing, Donington,1995) ISBN 1-871615-26-7
  6. ^ Six Wives: The Queens of Henry VIII Starkey, D. (Harper Collins, Londra,2004) ISBN 0-06-000550-5
  7. ^ Descrizione dell'esecuzione
  8. ^ Jennings , Henry Constantine (1731–1819) Oxford Dictionary of National Biography - Angelicoussis, E. (Oxford University Press, settembre 2004) ISBN 0-19-861411-X
  9. ^ The Illustrated Pepys: Extracts from the Diary (Wilson, P.(Ed) (Penguin, Harmondsworth, 1987) ISBN 0-14-139016-6
  10. ^ Churchill:a life Gilbert, M. (Heinnemann, Londra, 1991) ISBN 0-434-29183-8
  11. ^ L'organo maggiore
  12. ^ fuori da cassa espressiva
  13. ^ L'organo corale
  14. ^ sulla consolle la dicitura è Principal
  15. ^ a b sulla consolle la dicitura è Sesqu'ta Bass

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Coordinate: 51°30′00″N 0°07′37″W / 51.5°N 0.126944°W51.5; -0.126944